Sanità lucana: senza soldi niente cure odontoiatriche

Al Poliambulatorio Madre Teresa di Calcutta di Potenza reparto fermo perché "manca un apparecchio di aspirazione richiesto dalla normativa anti covid"

Ancora ferme le prestazioni odontoiatriche al poliambulatorio Madre Teresa di Calcutta di Potenza. Nella struttura di via del Gallitello, dopo mesi di stop a causa dell’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia, molti reparti sono tornati operativi, ad oggi però non vengono più erogate le prestazioni odontoiatriche o di igiene dentale e il motivo sarebbe “la mancanza di uno specifico apparecchio di aspirazione richiesto a quanto pare dalla normativa anti-Covid”.

A segnalarcelo è un lettore di Potenza che aveva una prenotazione proprio nella struttura sanitaria dell’Asp dove più volte si è rivolto per le cure dentali trovando – ci tiene ad evidenziarlo- “efficienza e professionalità”.

“Ho personalmente richiesto al Direttore Sanitario se c’è una data di arrivo prevista per il macchinario in questione ma non ho ricevuto indicazioni precise- spiega aggiungendo: “in tutta la città di Potenza gli studi dentistici privati lavorano invece a pieno regime erogando ogni tipo di prestazione e devo presumere adottando tutte le precauzioni e i dispositivi sanitari previsti dalla normativa, e in una struttura pubblica questo non avviene.

Se, come affermano i responsabili del poliambulatorio, i ritardi sono dovuti alla grande richiesta di questi dispositivi in questo particolare periodo, con quali modalità gli studi dentistici privati sono riusciti a dotarsi tempestivamente di tutti i dispositivi previsti e gli ambulatori pubblici ancora no?

Siamo proprio sicuri che gli studi dentistici privati siano tutti dotati dei suddetti dispositivi e possano quindi operare in perfetta sicurezza e a norma di legge quando invece gli Ambulatori pubblici non lo sono e quindi restano chiusi?

Risulta evidente -conclude il lettore- che stante la situazione attuale gli unici cittadini che ad oggi possono accedere alle cure odontoiatriche sul territorio di Potenza sono quelli che hanno una disponibilità economica tale da potersi rivolgere a uno studio privato. Gli altri, quelli che hanno difficoltà economiche, magari legate proprio alla crisi economica indotta dalla pandemia, della cura dei denti devono, ahimè, farne a meno.