Sequestrarono giovane romeno per rapinarlo, tre arresti a Rionero in Vulture

La vittima riuscì a fuggire dopo essere stata malmenata

Sequestro di persona a scopo di rapina. E’ questa l’accusa che ha portato all’arresto di Simone Carelli, Donato Barbetta e Antonio Silvano, indagati dalla Procura di Potenza per aver sequestrato un giovane originario della Romania, ma residente in Basilicata, lo scorso 14 giugno a Rionero in Vulture.

I tre- fa sapere la Procura in una nota- nei pressi della villa comunale dopo aver costretto il giovane a scendere dall’auto su cui si trovava con altri amici, lo avevano fatto salire con forza sul loro veicolo sferrandogli dei pugni in volto. La vittima, approfittando di una momentanea sosta dell’auto era riuscita a fuggire.

Uno dei tre indagati prima di costringere il giovane a salire in auto, fingendosi carabiniere aveva tentato di farsi dare i soldi da uno degli amici della vittima, aggredendolo e minacciandolo di dare fuoco alla vettura.

Per tutti e tre il gip di Potenza ha disposto la misura cautelare in carcere eseguita in mattinata dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Melfi.