Consorzio Asi Potenza, sindacati preoccupati per situazione debitoria

I segretari di Cgil, Cisl e Uil hanno incontrato il commissario Pagano e l'assessore Cupparo

Ieri si è tenuto un incontro sulle problematiche del consorzio industriale di Potenza con l’assessore regionale alle Attività produttive Francesco Cupparo, il commissario dell’Asi Francesco Pagano, i segretari confederali Cgil Cisl Uil Summa, Macchia e Tortorelli e i segretari dei sindacati di categoria coinvolti.

Cgil Cisl Uil hanno evidenziato “l’importante ruolo che l’Asi svolge quale interfaccia tra il territorio e il mondo imprenditoriale, ruolo che nella nostra regione non sempre è stato svolto con la dovuta efficacia ed efficienza, come dimostra la travagliata esperienza del consorzio”. I sindacati hanno ribadito “l’estrema preoccupazione che la considerevole posizione debitoria, accumulata nei diversi anni, possa compromettere le attività dell’ente”.

Per i sindacati è inoltre “indifferibile che la nostra regione si doti di un piano di politica industriale integrale e che si ponga mano, una volta per tutte, agli enti strategici nell’attuazione della suddetta politica”.

Sia Cupparo che Pagano, riportano fonti sindacali, “hanno illustrato le azioni messe in campo in questi giorni per consentire la funzionalità dell’ente a tutela delle aziende presenti nelle aree gestite e dei lavoratori. L’assessore Cupparo ha anche annunciato una imminente proposta di legge regionale che sarà presentato a breve alle associazioni sindacali e datoriali e che disciplinerà il settore con l’intento di risolvere le criticità presenti e di rilanciare l’ente nel ruolo di agenzia di politica industriale”.

Cgil Cisl Uil hanno confermato la loro intenzione di “mantenere alta l’attenzione su questa tematica che ritengono strategica per lo sviluppo sostenibile nel nostro territorio”.