Quantcast

Non può piovere per sempre, in Basilicata un concorso per giovani videomaker

All'iniziativa aderisce il Garante per l'Infanzia e l'Adolescenza

“Non può piovere per sempre” è il titolo di un concorso rivolto a tutti i ragazzi tra i 12 e i 18 anni che vivono in Basilicata, compresi gli ospiti delle strutture di seconda accoglienza per minori stranieri non accompagnati, presenti nel territorio lucano. E’ stato promosso dalla cooperativa sociale Iskra, nell’ambito del progetto a titolarità della Regione Basilicata Fami 2152 SIMCA (Sistema Integrato Minori Comunità Accogliente).

Il concorso per giovani videomaker prevede la produzione di un video che dovrà riguardare un argomento legato al mondo dei ragazzi e degli adolescenti, con particolare riferimento alla difficile situazione di emergenza sanitaria che stiamo vivendo in questi giorni. I lavori autoprodotti e autentici, della durata non superiore ai tre minuti, dovranno pervenire, entro e non oltre il 18 dicembre 2020, all’indirizzo mail fami2152simca@libero.it.

Tutte le opere potranno essere realizzate con videocamere, telefonini, fotocamere ed immagini animate. Coloro che si aggiudicheranno i primi tre posti avranno la possibilità di vincere una bicicletta elettrica (primo classificato), una P55 (secondo classificato) ed un monopattino elettrico (terzo classificato).

Tutti i video pervenuti saranno visionati da esperti del settore e da una giuria popolare composta dai rappresentanti delle èquipe operative presso le strutture di accoglienza e da esperti provenienti dal mondo dell’associazionismo e del volontariato.

All’iniziativa aderiscono le cooperative sociali Tolbà, Sicomoro, Novass e l’Arci regionale. Tra i promotori anche il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Basilicata, Vincenzo Giuliano.

Il Progetto Simca, che ha tra i suoi partner l’Agenzia regionale Arlab e l’Ufficio scolastico regionale e che vede la partecipazione dell’associazione Le rose di Atacama e della cooperativa Iskra, è una iniziativa che intende realizzare attività di animazione territoriale con il coinvolgimento dei ragazzi ospiti nelle strutture di accoglienza e di tutta la popolazione giovanile lucana, favorendo il lavoro di rete tra Enti Pubblici e del privato sociale ed aumentando occasioni di integrazione e socializzazione nel territorio. Altre attività del Progetto Simca sono gli sportelli itineranti, le attività di orientamento ai servizi e all’inclusione socio-lavorativa, i servizi di mediazione culturale a chiamata.