Quantcast

Covid, nuove misure per le festività natalizie: Mattarella ha firmato il decreto

Divieto di lasciare la propria regione per tutte le festività, dal 21 dicembre al 6 gennaio. Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto Covid, che tra i suoi effetti ha anche quello di estendere la durata dei Dpcm fino a 50 giorni

Divieto di lasciare la propria regione per tutte le festività, dal 21 dicembre al 6 gennaio. Divieto di spostamento tra comuni il 25, 26 dicembre e 1 gennaio. Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto Covid, che tra i suoi effetti ha anche quello di estendere la durata dei Dpcm fino a 50 giorni.

Resta dunque la stretta nei giorni festivi e il rientro in aula il 7 gennaio per il 50% degli studenti delle superiori

L’ultimo decreto del presidente del consiglio dei ministri, infatti, scadrà tra poche ore: il governo ha quindi varato il dl con la cornice normativa del prossimo Dpcm, che Giuseppe Conte ha firmato oggi 3 dicembre e che sarà in vigore da domani.

Le norme del decreto Covid saranno valide per tutto il territorio nazionale e fino all’Epifania, indipendentemente dal colore della regione. Dopo l’approvazione il Consiglio dei ministri ha continuato a discutere sulle misure che saranno inserite nel prossimo Dpcm. Italia viva ha chiesto di allentare parzialmente la stretta e vorrebbe eliminare il divieto di spostamento tra Comuni.

A Capodanno coprifuoco fino alle 7 del mattino e non fino alle 5 come gli altri giorni. “Dalle ore 22.00 alle ore 5.00 del giorno successivo, nonché dalle ore 22.00 del 31 dicembre 2020 alle ore 7.00 del 1° gennaio 2021 sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute”.

Dal 21 dicembre non ci si potrà spostare tra Regioni e province autonome se non per lavoro, salute e “situazioni di necessità”, oltre che per tornare nella propria residenza, domicilio o abitazione.