Abbattiamo le barriere architettoniche: da Matera l’appello di Marziolino Muscatiello

"Siamo stanchi di non poter vivere in società"

“Abbattiamole queste barriere architettoniche”. Questo l’appello di Marziolino Muscatiello, segretario Dc della Sezione A. De Gasperi di Matera e presidente dell’Associazione di volontariato “Azione Disabili Marziolino ODV”.

Diciamo basta, stanchi di non poter vivere in società! Vogliamo essere persone libere; vogliamo essere liberi di crescere, di girare per la città, di studiare, di lavorare, di autodeterminarci, di diventare adulti, realizzare la nostra felicità, senza dover vivere costantemente con un piede in un istituto o con la stessa angoscia di chi aspetta un treno che sa che tanto non passerà mai.

Una barriera architettonica –spiega Muscatiello-è un qualunque elemento costruttivo che impedisce o limita gli spostamenti o la fruizione di servizi, in particolar modo a persone disabili, con limitata capacità motoria o sensoriale. La barriera architettonica può essere una scala, un gradino, un rampa troppo ripida, i negozi e gli uffici pubblici, le strade con mille problematiche dai dislivelli, alle buche e che dire dei marciapiedi con pali della luce , tabelle, bidoni e marciapiedi tagliati, non in regola con le misure.

Qualunque elemento architettonico può trasformarsi in barriera architettonica e l’accessibilità dipende sempre dalle caratteristiche personali della singola persona. Per limitare al massimo il criterio di soggettività sono state sancite delle leggi e stabilite delle regole comuni.

Aiutateci ad abbattere le barriere architettoniche segnalate con materiale fotografico o video indicando il paese e la città… grazie mille a tutti quelli che aderiranno all’iniziativa”.