Proroga contratti covid e risorse per gli incentivi al personale sanitario. Le richieste della Uil Fpl Basilicata

Il sindacato ha inviato una richiesta alla Regione Basilicata

Con una nota inviata alla Regione Basilicata la Uil Fpl chiede la proroga dei contratti Covid in scadenza, nonché l’erogazione delle ulteriori risorse stanziate nella recente legge di Bilancio 2021.

A seguito della recente approvazione della legge di Bilancio 2021, infatti, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 30/12/2020,con il comma 413, vengono stanziati quaranta milioni di euro per incrementare le risorse da destinare prioritarmente alla remunerazione delle prestazioni correlate alle particolari condizioni di lavoro del personale dipendente degli enti del SSN. Tali risorse in una prima fase in Regione Basilicata sono state utilizzate anche per gli incentivi “Covid” al personale delle Aziende Sanitarie.

Per la Basilicata quindi è disponibile lo 0,94% della quota d’accesso al fabbisogno sanitario anno 2019, ovvero ulteriori 376.000 €. Tali somme dovranno essere aggiunte alle altre già stanziate nell’anno 2020.

La Uil Fpl pertanto, ha chiesto alla Regione di erogare alle Aziende Sanitarie l’ulteriore quota parte spettante. E’ stato, inoltre, chiesto di emanare una nota, a firma del Dipartimento Sanità, con la quale si proroga al 31/12/2021 i contratti del personale Covid, ai sensi del comma 423, della legge di Bilancio 2021, il quale dispone che le Aziende possono avvalersi anche nell’anno 2021 in deroga ai vincoli previsti della legislazione vigente in materia di spesa del personale, anche mediante proroga al 31/12/2021 degli incarichi conferiti ai sensi delle medesime disposizioni. Il sindacato ha chiesto con una nota alla Regione di accelerare le procedure attuative al fine di dare risposte al personale sanitario che sta lavorando con spirito di sacrificio e abnegazione per combattere la pandemia.