Stabilizzazioni ospedale San Carlo, Uil Fpl: ora accelerare procedure concorsuali

Per il sindacato è "un punto di partenza"

La Uil Fpl esprime soddisfazione per la stabilizzazione da parte dell’Azienda Ospedaliera San Carlo di 32 unità di vari profili professionali, di cui 27 già in servizio a tempo determinato. Con decorrenza primo febbraio e poi a seguire infatti saranno stabilizzati 8 infermieri, 3 Oss, 18 ostetriche, 1 tecnico di radiologia e 1 collaboratore amministrativo e 2 assistenti amministrativi.

Un passo avanti verso l’obbiettivo di superare il lavoro precario che dovranno seguire le altre amministrazioni Pubbliche- sottolinea il sindacato- La Uil Fpl si è fortemente battuta ed impegnata a tutti i livelli per il raggiungimento di questo obiettivo, a partire dall’approvazione del piano dei fabbisogni triennale in Regione.

Chiuso questo capitolo è necessario trovare le soluzioni per altre figure precarie che intanto hanno maturato i requisiti e hanno o stanno contribuendo alla crescita dell’Aor San Carlo. Intanto è necessario procedere alla proroga dei contratti Covid in essere. Il provvedimento del San Carlo per il sindacato rappresenta un punto di partenza e un buon esempio per le altre amministrazioni pubbliche, molte delle quali, per la verità stanno già predisponendo gli atti.

L’attenzione verso la stabilizzazione non deve però farci dimenticare la necessità di aprire le porte dell’amministrazione pubblica ai giovani-conclude la Uil Fpl- perciò occorre accelerare le procedure per l’espletamento del concorso pubblico unico regionale in sanità che prevede nel triennio l’assunzione di quasi 1300 figure professionali.