Quantcast

A 15 anni dalla morte di Donato Fezzuoglio commemorazioni a Bella e Umbertide foto

L'appuntato dei carabinieri fu ucciso il 30 gennaio 2006 nel corso di una rapina

Nel quindicesimo anniversario della sua scomparsa, in Bella, nella serata di sabato 30 gennaio, si è tenuta una solenne celebrazione religiosa in onore dell’Appuntato dei Carabinieri Donato Fezzuoglio, che il 30 gennaio 2006, ad Umbertide (Perugia), perse tragicamente la vita mentre compiva il proprio dovere nel corso del servizio di istituto.

Nella Chiesa “Santa Maria delle Grazie”, alle ore 18:00, il parroco don Ovidio Durante, ha officiato la Santa Messa in suffragio di Donato, giovane Eroe del nostro tempo e di questa terra.

L’Appuntato Donato Fezzuoglio, nato a Bella il 27 maggio 1976, Medaglia d’Oro al Valor Militare alla Memoria, addetto all’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Città di Castello, morì in servizio, a seguito di conflitto a fuoco con quattro malviventi che stavano rapinando una banca, ove era intervenuto insieme ad un altro militare. Non era ancora trentenne e, oltre alla famiglia di origine, lasciò la vedova Emanuela e il figlio Michele, di pochi mesi.

La decorazione gli fu conferita nel maggio 2007 con la seguente motivazione: “Nel corso di servizio perlustrativo, palesando spiccate doti di coraggio, ferma determinazione e cosciente sprezzo del pericolo, non esitava ad affrontare, unitamente ad altro militare, tre pericolosi malviventi sorpresi in flagrante rapina ai danni di un istituto di credito, esponendosi alla violenta azione di fuoco dei malfattori, replicava con l’arma in dotazione costringendo alla fuga i rapinatori finché, attinto da un colpo proditoriamente esplosogli alle spalle da altro rapinatore in posizione defilata si accasciava esanime al suolo. Fulgido esempio di eroismo, di elette virtù militari ed altissimo senso del dovere, spinti fino all’estremo sacrificio. Umbertide, 30 gennaio 2006”.

Alla celebrazione, cui hanno partecipato diversi concittadini, erano presenti i genitori, Michele e Carmela, il sindaco di Bella, Leonardo Sabato, insieme a diversi esponenti dell’amministrazione comunale.

L’Arma dei Carabinieri ha reso omaggio alla memoria del giovane e coraggioso commilitone, con la sentita partecipazione di una rappresentanza di militari e del Comandante della Compagnia Carabinieri di Melfi, capitano Carmine Manzi, il quale, con le sue parole, ha ricordato l’estremo sacrificio del giovane militare e manifestato la vicinanza alla famiglia, unendosi al suo dolore.

A seguire, vi è stato un ulteriore momento di raccoglimento nella locale Caserma, ove ha sede il Comando Stazione Carabinieri di Bella, che, nell’ottobre 2019, con una solenne cerimonia, è stata intitolata proprio all’Appuntato Donato Fezzuoglio, mediante la deposizione di un mazzo di fiori alla base della struttura marmorea eretta a ricordo dell’eroico gesto del militare.

Ad Umbertide, nel pomeriggio di venerdì (29 gennaio), hanno avuto luogo analoghe solenni celebrazioni, alla presenza di Autorità civili, militari e religiose, che si sono strette al dolore della vedova, Emanuela Bocchetti, e del figlio Michele, per rendere omaggio alla grande eredità morale testimoniata sul campo dal giovanissimo Carabiniere lucano.