Quantcast

Caso Luca Ventre, la salma del ragazzo finalmente in Italia

Arriverà a Roma-Fiumicino il 1° marzo alle 16,45 con un volo di Lufhtansa per una nuova autopsia

In un messaggio dell’agenzia che si occupa, per conto dell’Ambasciata italiana a Montevideo, dell’organizzazione e del trasporto del corpo di Luca, la conferma: il 1° marzo un volo Lufhtansa atterrerà a Roma. Una volta atterrato il feretro verrà ritirato da personale della Polizia Mortuaria che lo trasporterà nella sede del medico legale designato per l’autopsia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Ricordiamo che la famiglia non ha mai creduto alla versione delle autorità uruguayane e dell’ambasciata italiana secondo cui Luca sarebbe morto in ospedale.

I video, gli audio e i documenti da noi pubblicati dimostrerebbero la tesi della famiglia: “Luca è morto all’interno dell’ambasciata italiana a Montevideo in circostanze tutte da chiarire”.

Ricordiamo che la Procura di Roma, ha aperto un fascicolo per omicidio colposo.

Riproduzione riservata