Quantcast

Italia Veloce, “ennesimo scippo a Matera da parte della Regione e dell’Anas”

Asso-Ism: il territorio materano quasi assente dal decreto che velocizza le opere prioritarie bloccate da procedure burocratiche

L’Associazione Infrastrutture, Servizi e Mobilità nel Materano denuncia “l’ennesimo scippo a Matera e alla sua provincia” nel decreto Italia Veloce. La Basilicata- sottolinea l’associazione- va a due velocità, la provincia di Matera quasi assente dal decreto che velocizza le opere prioritarie bloccate da procedure burocratiche.

La disparità è facilmente rilevabile analizzando la suddivisione di fondi

Potenza:  Potenza-Sicignano 338 Milioni di euro (totalmente finanziata); Potenza-Melfi 196 Milioni di euro (Totalmente Finanziata); Potenza-Vaglio-Tolve -SS99 Bari 300 Milioni, (non finanziata); Potenziamento tecnologico Autostrada A2 tratto Potentino, 198 milioni, (Totalmente Finanziata.)

Matera: Matera-Bari complanari 33 milioni inerente il tratto lucano

Rimaniamo basiti-aggiunge l’Associazione- dalla discrepanza di trattamento con 1.033 milioni di euro per la provincia di Potenza, e solamente 33 milioni per Matera e la sua provincia.

Assistiamo all’ennesimo scippo alle risorse spettanti a Matera da parte della Regione Basilicata e del Dipartimento Anas con sede a Potenza.

Sarebbe stato più equo, riversare i 300 milioni della Potenza-Tolve -Oppido-SS99 Bari, stradina Provinciale a 2 corsie, non finanziata e senza progetto, intromessa in questo decreto abusivamente ed appositamente per sottrarre a Matera fondi e risorse sull’asse l’asse prioritario autostradale Murgia-Pollino che collega l’autostrada A14, da Gioia del Colle all’ autostrada A2 di Lauria, già parzialmente finanziato sul tratto SS7 Matera-Ferrandina (By-Pass Matera)”.