Si fingono bancari e rubano soldi dal conto di una donna lucana, denunciati

Avevano fatto credere alla vittima di dover fare un aggiornamento dell'home banking facendosi dare le credenziali

Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Compagnia di Pisticci, hanno denunciato per truffa alla Procura della Repubblica di Matera 2 persone, un 33enne ed un 25enne, quest’ultimo di nazionalità Ghanese, rispettivamente residenti a Napoli ed in provincia di Caserta.

I due sono stati identificati dopo la denuncia di una donna di Gorgoglione alla locale stazione carabinieri. Nel mese di novembre, i denunciati fingendosi dipendenti di un istituto di credito avevano contattato telefonicamente la donna, cliente di quella banca, e con la scusa di un aggiornamento software dell’home banking l’avevano indotta a rivelare i codici delle credenziali di accesso al conto corrente da cui avevano prelevato la somma di 4.980 euro.

I carabinieri invitato, alla luce dell’ultimo episodio scoperto, ad attenersi a regole di massima prudenza e in particolare si raccomanda la massima riservatezza nella conservazione del numero e dei codici di accesso delle proprie carte di credito e più in generale di tutti i propri dati personali che, se in possesso di malintenzionati, possono aumentare il rischio di cadere preda di episodi truffaldini.

Al riguardo-raccomanda l’Arma- bisognerà prestare particolare attenzione agli sms e alle mail che si ricevono, evitando nel modo più assoluto di cliccare su collegamenti provenienti da sconosciuti o di fornire su tali mail i codici di accesso ai propri conti, in quanto nessun istituto di credito richiede tali tipi di informazioni via mail o sms. In tali circostanze, è sempre consigliato quindi recarsi personalmente presso lo sportello bancario o postale e verificare sul posto eventuali problematiche di accesso al proprio conto corrente.