Quantcast

Spaccio di eroina in strada a Potenza, tre arresti

I pusher, due nigeriani e un gambiano, non avevano fermato la loro "attività" neanche durante il lockdown

Tre cittadini di nazionalità africana, due nigeriani e un gambiano, sono stati arrestati, oggi 12 febbbraio, dagli agenti della Squadra Mobile, su disposizione del gip di Potenza per spaccio di droga in alcune strade del capoluogo lucano. Le indagini, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia del capoluogo lucano hanno preso il via dopo l’arresto dello scorso mese di giugno di uno dei tre.

Attraverso l’ispezione dei telefonini del giovane arrestato, le dichiarazioni e l’individuazione fotografica degli assuntori, gli inquirenti hanno sviluppato una mirata attività di indagine che ha permesso di portare alla luce l’estistenza di una rete di spaccio al minuto, in particolare di eroina, ma anche di hashish e marijuana, attiva nel capoluogo lucano nell’arco temporale compreso tra giugno 2019 e settembre 2020. Il fenomeno non si era fermato neanche durante il lockdown che anzi ha avuto l’effetto di far aumentare il prezzo dell’eroina spacciata considerando che si è passati da 20 euro a 30 euro per una dose di neanche mezzo grammo.

La rete di spaccio era ramificata in diverse zone di Potenza, tra cui, in particolare, la centralissima piazza 18 Agosto 1860, le zone adiacenti Viale Dante, lo snodo veicolare di via Del Gallitello, contrada Rossellino e contrada Marrucaro, con una specifica ripartizione delle rispettive aree di competenza tra i vari spacciatori.

I pusher in alcuni casi, risultano aver continuato a svolgere la loro attività illecita anche in violazione del regime detentivo domiciliare a cui erano sottoposti. Tutti e tre gli arrestati, al termine degli accertamenti, sono stati condotti in carcere.