Quantcast

Total, Tempa Rossa: anche stamattina fiammate e cattivi odori

Forse hanno ragione le associazioni ambientaliste: l’unica vera sanzione a Total è il blocco dell’impianto, sussiste il fondato timore per la salute e la sicurezza dei cittadini

Più informazioni su

    Spegnimento caldaia, errata lettura del trasmettitore di vibrazioni, errata lettura del trasmettitore di pressione dovuta all’abbassamento delle temperature.

    Tempa Rossa, 5 febbraio 2021La fiammata di questa mattina

    Sono queste le principali cause delle fiammate improvvise avvenute al centro olio di Tempa Rossa rispettivamente nei giorni 14, 15 e 17 gennaio illustrate nel corso di un incontro voluto dal presidente della Regione, Vito Bardi, e dall’assessore all’Ambiente, Gianni Rosa, e che hanno portato a una diffida indirizzata alla Total da parte della Regione Basilicata. Lo ha fatto a sapere la Regione in una nota del 1 febbraio, dopo la serie di anomalie registrata dall’impianto di Tempa Rossa.

    Nonostante le proteste e le diffide, la torcia di sicurezza dell’impianto continua a sputare fuoco e cattivi odori.

    I dirigenti Total hanno anche spiegato – giorni fa –  le ragioni delle altre fiammate prolungate avvenute in diverse occasioni dal 25 al 28 gennaio. “L’incremento di visibilità della fiamma è stato dovuto a un improvviso fuori specifica del gpl prodotto nell’impianto e al successivo invio alla torcia di sicurezza”.

    Le immagini riguardano la mattinata, di oggi 5 febbraio: adesso qual è la causa?

    Forse hanno ragione le associazioni ambientaliste: l’unica vera sanzione a Total è il blocco dell’impianto, sussiste il fondato timore per la salute e la sicurezza dei cittadini.

    Più informazioni su