Quantcast

Aborto Matera, Carlucci (M5S): Da capitale della Cultura a capitale del Medioevo?

La consigliera regionale sulla sospensione dell'interruzione volontaria di gravidanza all'ospedale materano: mi aspetto la mobilitazione di tutte le istituzioni lucane

Da Capitale della Cultura a Capitale del Medioevo? Fa male constatare che nella nostra Basilicata la donna debba ancora faticare per esercitare la piena sovranità sul proprio corpo. E no, non elemosiniamo aiuto, esigiamo il rispetto del nostro corpo nonché di una legge faticosamente ottenuta, dopo anni di mammane, ferri da calza, violenze, abusi, infezioni e morti. Bisogna intervenire immediatamente.

Piena solidarietà nei confronti del Collettivo Donne Matera e soprattutto di tutte quelle donne a cui nessuno ha risposto.

Sono passati pochi giorni dalle “celebrazioni” dell’8 marzo e io torno a dire che la donna va rispettata e non celebrata come se fosse una specie animale in estinzione. Su questo mi aspetto la repentina mobilitazione da parte di tutte le Istituzioni lucane”.

Ad affermarlo in una nota la consigliera regione del M5S Basilicata, Carmela Carlucci che interviene sulla impossibilità di effettuare l’interruzione volontaria di gravidanza all’ospedale di Matera essendo sospesi, dal 2020, tale tipo di intervento.