Quantcast

AstraZeneca, sequestri dei Nas in tutta Italia del lotto bloccato in Piemonte

La decisione della Procura di Biella a scopo cautelativo dopo il decesso di un uomo

La Procura di Biella ha disposto il sequestro in via cautelativa del lotto  ABV5811 del vaccino AstraZeneca a cui apparteneva la dose somministrata a Sandro Tognatti, il musicista morto nella notte tra sabato e domenica scorsi, poche ore dopo l’inoculazione della dose.

La Procura in una nota ha specificato che “il provvedimento cautelare è stato attuato in quanto, sebbene allo stato non vi sia alcuna evidenza scientifica che permetta di stabilire con certezza la sussistenza di fattori causali o concausali tra la somministrazione del vaccino “AstraZeneca” e il decesso di Tognatti Sandro, tuttavia, la concomitanza temporale tra il decesso del predetto e la somministrazione del vaccino rientrante nel lotto ABV5811, unitamente all’assenza di patologie pregresse o concomitanti ‘gravi’, non può escludere – allo stato – la sussistenza di nesso eziologico tra i due fenomeni e la conseguente ravvisabilità del delitto ipotizzato”.

Le attività di sequestro dei Carabinieri del Nas sono in corso di svolgimento presso tutti gli Hub di distribuzione e i centri di vaccinazione dove sono state consegnate complessivamente 393.600 dosi relative al lotto di vaccino Covid-19 ABV5811 di AstraZeneca, già bloccato in Piemonte.