Quantcast

Lavoratori fragili, finalmente la doverosa attenzione dal Ministero

Fials: Qualcosa si muove

Qualcosa si muove. Dopo mesi di comunicati e segnalazioni, finalmente il Ministero del Lavoro guidato da Andrea Orlando sembra dedicare la doverosa attenzione alla categoria dei lavoratori fragili. «Registriamo l’attenzione riservata dal neo Ministro Orlando ai lavoratori fragili»– dichiara in una nota segretario provinciale della Fials di Potenza, Giuseppe Costanzo –«attendiamo la versione definitiva del Decreto per verificare il recepimento delle modifiche richieste al testo originario del Cura Italia, dalla Confsal, la confederazione sindacale di cui facciamo parte».

“Quella sui lavoratori fragili – ricorda Costanzo – è una battaglia che la Confsal porta avanti ormai da un anno. La norma originaria – che consente ai lavoratori “a rischio” di assentarsi durante la pandemia – ha creato enormi disagi per coloro che, avendo superato le assenze previste dal “periodo di comporto”, si ritrovano adesso a rischio licenziamento. Una vera e propria beffa, che si aggiunge alla mancata proroga della misura, scaduta lo scorso 28 febbraio.

“Con l’insediamento del nuovo Ministro – conclude il segretario provinciale della Fials – la nostra confederazione ha subito ribadito la necessità di modificare il testo originario – escludendo i giorni di assenza dei lavoratori fragili dal cosidetto “periodo di comporto” – e di prorogare ulteriormente la tutela. Richieste che, salvo sorprese dell’ultim’ora, dovrebbero essere recepite nel prossimo “Decreto Sostegno” in via di definizione”.