Quantcast

Spot non adatto ai bambini, il Garante lucano chiede l’intervento dell’Autorità nazionale

La pubblicità di un'app per la consegna a domicilio di vino ispirata a una scena di "Arancia Meccanica"

Il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza per la Basilicata, Vincenzo Giuliano, si è rivolto all’Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza nazionale per segnalare la messa in onda di uno spot pubblicitario trasmesso in fascia protetta sulle principali emittenti televisive.

La pubblicità in questione, Winelivery App per bere, in onda dal 28 febbraio sponsorizza la consegna a domicilio di vino, inspirandosi a una scena del film “Arancia meccanica” di Stanley Kubrick in cui tre persone fanno sesso.

“Secondo l’associazione Aiart di spettatori cattolici- spiega il Garante Giuliano- lo spot sarebbe, però, discutibile sotto il profilo della tutela dei minori ” e per questo motivo chiede l’intervento del Garante nazionale oltre che dell’Agcom.