Quantcast

Basilicata. Uomini delle istituzioni democratiche si “vergognano” di citare il fascismo

Alla vigilia dell’anniversario della Liberazione il sindaco di Potenza e il presidente del Consiglio regionale evitano di fare riferimento al nazifascismo

Più informazioni su

Vorremmo ricordare al sindaco di Potenza e al presidente del Consiglio regionale che il 25 aprile, come correttamente ha scritto Vito Bardi, si celebra l’anniversario della liberazione del nostro Paese dal nazifascismo. Evidentemente sia Guarente, sia Cicala, provano qualche imbarazzo ad usare quella denominazione: “nazifascismo”.

Il primo cittadino di Potenza addirittura azzarda un falso storico e scrive: “Il Monumento ai Caduti, all’interno del parco di Montereale, rappresenta tutti coloro che hanno difeso la nostra Repubblica, la nostra Costituzione, i diritti di cui oggi godiamo” E chi sarebbero coloro? Sia la Costituzione sia la Repubblica, nascono dopo la Liberazione, grazie al sacrificio e al sangue versato da milioni di italiani antifascisti. Il monumento ai caduti caro sindaco è dedicato ai morti di tutte le guerre. La Repubblica e la Costituzione sono fondate sui valori dell’antifascismo, quei valori a cui il sindaco non ha fatto alcun riferimento.

Carmine Cicala evita anche lui, con un giro retorico degno del vuoto cosmico, di usare quel concetto storico inequivocabile: “nazifascismo”. La butta sulla pandemia e se la cava con le solite frasi fatte e sfatte.

È evidente che nelle istituzioni c’è ancora molto da fare, prima che si capisca il valore e il senso profondi dell’anniversario della Liberazione. Cicala dovrebbe essere lui a spiegare che cosa siano stati e cosa siano ancora oggi, purtroppo, il fascismo e la cultura fascista. Tuttavia, come egli scrive, è preferibile “farseli raccontare dai nonni”.

Dobbiamo avere molta pazienza e non abbassare la guardia: l’indifferenza, i formalismi, la retorica spicciola possono fare più male di una mano alzata che inneggia al duce.  Perdonate la polemica, ma quando ci vuole ci vuole.

 

Più informazioni su