Quantcast

“Io a scuola i miei figli non li mando”

Vincenzo Pascale, genitore: “troppa superficialità delle istituzioni nazionali"

Questa riflessione è nata personalmente è con il confronto avuto con diversi cittadini locali e con l’ex Vice Sindaco di Satriano di Lucania Adobbato Giuseppe. Ma veramente i nostri figli devono andare a scuola con questa situazione locale, regionale e nazionale.

Io personalmente oggi non li ho fatti andare a scuola ed ho chiesto la didattica a distanza. Capisco anche le esigenze delle famiglie che per differenti valutazioni vorrebbero che i nostri figli facessero lezioni in presenza ma noi crediamo che la salute venga prima di tutto, che è un diritto costituzionale non barattabile e che vada salvaguardata con tutti gli strumenti. Non dobbiamo pensare che a noi non succeda mai nulla. Vorremmo che chi prende le decisioni le prenda facendo valutazioni complessive e a 360 gradi.

Non sarà un mese in più o in meno a far si che i nostri figli siano più o meno preparati. Facciamo prima i vaccini e in seguito ritorniamo alla normalità con la didattica in presenza. Siamo certi che anche i trasporti siano sicuri? Anche in virtù dei controlli a campione eseguiti sul territorio nazionale che hanno portato alla luce diversi casi? Credo che non c’è attenzione che basti.  Allora è ancora più necessario prendere le maggiori precauzioni possibili. Non ho paura di parlare. Il mio atteggiamento è semplicemente rispetto per il prossimo, senso civico. Mi auspico che anche tanti altri possano avere il mio pensiero e in tal caso siamo pronti a farci promotori di qualsiasi iniziativa ci venga chiesta di attuare. Spero che le istituzioni a qualsiasi livello possano attenzionare il mio pensiero che è già il pensiero di tanti e prendere i conseguenti, dovuti, giusti provvedimenti.

Vincenzo Pascale, genitore ed ex Sindaco Satriano di Lucania