Quantcast

Lavoratori forestali, dalla Regione impegno a garantire tranquillità occupazionale

Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil soddisfatti dall'incontro con gli assessori Fanelli e Cupparo

I sindacati Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil di Basilicata esprimono soddisfazione per l’esito della riunione unitaria che si è svolta oggi con gli assessori regionali all’Agricoltura e alle Attività produttive, Francesco Fanelli e Francesco Cupparo, sui temi della forestazione e delle attività della platea dell’ex reddito minimo di inserimento ed ex mobilità. L’incontro è la prosecuzione di una prima riunione che si è svolta 15 giorni fa e durante la quale il sindacato ha posto l’attenzione sull’avvio dei cantieri e sulla prosecuzione delle attività per la platea ex reddito minimo di inserimento ed ex mobilità e relativo finanziamento, oltre all’utilizzo di questi ultimi per la manutenzione del reticolo viario regionale.

Dalla riunione -fanno sapere i sindacati- è emerso che la Regione, nell’approvazione del bilancio in giunta, ha già postato risorse per 30 milioni di euro e ulteriori 5 milioni per gli ex reddito minino di inserimento ed ex mobilità, per una platea di 3.700 lavoratori della forestazione e circa mille ex reddito minimo di inserimento ed ex mobilità. Ciò pone la Regione nella condizione di programmare fin da subito l’inizio delle attività che verranno anticipate rispetto agli anni precedenti, quando l’avvio era previsto a giugno per i forestali e a luglio per gli ex reddito minimo di inserimento ed ex mobilità. L’istituzione regionale ha inoltre assunto l’impegno a stanziare ulteriori risorse in bilancio in corso d’opera al fine di raggiungere i livelli occupazionali e dare tranquillità a tutta la platea.

Alla luce di ciò, si è convenuto che per metà aprile verrà convocato un incontro tecnico in Regione, al quale sarà presente anche il Consorzio di bonifica, al fine di stabilire date precise per l’apertura dei cantieri e approfondire il tema dell’utilizzo della platea degli ex mobilità ed ex reddito minimo di inserimento per la manutenzione del reticolo stradale, chiedendo e verificando la possibilità di formare i lavoratori all’utilizzo di attrezzi meccanici in modo da creare squadre autonome rispetto a quelle dei forestali. Verrà inoltre affrontato il tema del rinnovo del Cirl per i forestali, già presentato al dipartimento Agricoltura e sul quale è in corso una trattativa.

Rispetto al pagamento di alcune spettanze – mensilità di dicembre per vie blu e forestali, gennaio, febbraio e marzo per i soli impiegati vie blu – queste saranno liquidate successivamente nell’approvazione del bilancio di previsione 2021 nei prossimi giorni.

Dalla riunione è emersa da entrambe le parti, sindacale e dei due assessori presenti, la convinzione di mettere finalmente in tranquillità tutta la platea della forestazione sul futuro occupazionale attraverso azioni volte ad eliminare i ritardi legati alle attività lavorative e alle spettanze economiche: c’è tutta la volontà a poter risolvere i problemi che il settore si trascina ormai da decenni”.