Quantcast

Logistica indotto Melfi, Fiom e Uil chiedono un cambio di passo alla Log 18

"La direzione aziendale non ha assolto agli impegni presi nelle riunioni precedenti sull’applicazione dei diritti contrattuali

Di seguito il comunicato stampa della Fiom e Uilm sulla Log 18 di Melfi.

“Si è tenuta un’altra riunione sindacale, richiesta dalle organizzazioni sindacali di Fiom e Uilm congiuntamente ai delegati, con la direzione della Log 18 per proseguire il percorso inerente il superamento di un accordo che non riconosce alcun diritto e dignità ai lavoratori, è ormai urgente l’applicazione del Contratto collettivo nazionale del lavoro metalmeccanici per garantire loro il giusto salario, il miglioramento delle condizioni di lavoro, degli orari e della salute e sicurezza.

Durante la riunione il sindacato nel riscontrare che la direzione aziendale non ha assolutamente assolto agli impegni presi nelle riunioni precedenti rivolti a concretizzare l’applicazione dei diritti contrattuali, ha espresso il suo totale disappunto e preoccupazione che si aggiunge alla fase delicata e di incertezza che si sta vivendo nel settore dell’automotive.

I lavoratori devono avere risposte certe. La vertenza sindacale va avanti da troppo tempo, sono state messe in atto iniziative di lotta significative e partecipate dalla totalità dei lavoratori che chiedono il rispetto e l’applicazione di un sistema di regole che superi la competizione sulla riduzione dei costi che ha prodotto solo precarietà e il continuo ricatto occupazionale, perdita salariale e peggioramento delle condizioni di salute e sicurezza.

Pertanto le la Fiom Cgil e la Uilm chiederanno un incontro urgente alla direzione della Sit Logistic committente della Log 18 per aprire un confronto serio rivolto alla garanzia occupazionale e dei diritti, con l’applicazione dei giusti contratti.

In aggiunta il sindacato nel verificare che il clima in azienda continua a non essere sereno per responsabilità aziendale, ha chiesto di bloccare tutte le iniziative unilaterali e illegittime messe in campo nei confronti dei lavoratori, diversamente si dovrà procedere con tutte le iniziative sindacali e giudiziali per il superamento di tali condizioni.