Quantcast

Stellantis, Fim Cisl: “Non accettiamo ridimensionamenti a Melfi”

Il segretario Evangelista: Il Governo fa ancora in tempo a intervenire

Avvio del terzo turno, mantenimento dei livelli occupazionali, nessun ridimensionamento dell’indotto, rilancio dello stabilimento con i modelli 500X, Compass e Renegade anche in versione ibrida come nei piani stabiliti prima della fusione tra Fca e Psa. Il segretario generale della Fim Cisl Basilicata, Gerardo Evangelista, da Torino, dove domani parteciperà all’atteso incontro tra sindacati e gruppo Stellantis, detta la linea e respinge al mittente ogni ipotesi di ridimensionamento della fabbrica lucana.

Reduce dal “positivo incontro con i sindaci” di ieri, il segretario della Fim lucana sottolinea che “è importante che istituzioni e sindacato facciano quadrato a difesa dei lavoratori e di una fabbrica importante che rappresenta un fondamentale polmone economico per tanti piccoli paesi della regione”.

Evangelista lancia anche un messaggio al governo (“fa ancora in tempo a intervenire a difesa dei lavoratori e delle fabbriche nazionali”) e alla classe politica ricordando che “la ripresa dell’economia italiana dopo la pandemia è legata alla ripartenza del Sud. Perciò servono investimenti mirati e sostanziali, a partire dalle infrastrutture, per consolidare la competitività delle imprese meridionali e creare posti di lavoro stabili”.