Quantcast

Stellantis, Fismic: “alcuni esponenti di Lega e Forza Italia irrispettosi verso lavoratori”

“Inaccettabile chiudere, velocemente, il Consiglio regionale, ritenendo superata la mozione dell’apertura di un tavolo tecnico sullo stabilimento di Melfi"

La Fismc Confasl Potenza in una nota esprime sconcerto per quanto accaduto nel Consiglio regionale del 13 aprile scorso sul caso Stellantis.

“Inaccettabile chiudere, velocemente, il consiglio regionale, ritenendo superata la mozione dell’apertura di un tavolo tecnico con Stellantis. Capisco che non si accettano lezioni da chi è minoranza in consiglio regionale ma, bisognerebbe entrare nel merito delle discussioni, superare le logiche partitiche di destra e sinistra, di guelfi contro ghibellini, al fine di mostrare le proprie capacità politiche con l’abilità di fare accadere le cose.

Riteniamo l’atteggiamento mostrato da alcuni esponenti della Lega e di Forza Italia, totalmente, superficiale e poco rispettoso nei confronti dei lavoratori del più grande polo metalmeccanico della Basilicata. Il lavoro, nella nostra, regione è una priorità assoluta, un argomento mai superato. I dati occupazionali sono preoccupanti.

Nel solo primo semestre del 2020 l’export è crollato del 37% ed è costituito per due terzi dall’automotive. Il numero degli occupati si è contratto di circa 4000 unità. Il vero oro nero da tutelare è l’occupazione! Per questo siamo fortemente amareggiati dall’approccio semplicistico di una parte politica, probabilmente, inadeguata ad affrontare determinate questioni.

Il comparto metalmeccanico, rappresenta la colonna portante dell’economia lucana e nazionale. Ci vogliono competenze e tanta conoscenza del settore. Bisogna scongiurare il pericolo che, alla fragilità economica del periodo, fortemente segnata dalla pandemia, si aggiunga la fragilità della classe politica”.

Gerardo De Grazia, Fismic Confsal Potenza