Quantcast

Trasporto pubblico Basilicata, Fit Cisl: “Lavoratori senza stipendio, altro che miracolo”

Il sindacato segnala anche la disparità di trattamento in merito ai vaccini: lavoratori di Matera inseriti nel piano

“Una rivoluzione dei Trasporti” così è stato definita, dall’assessore Merra, durante la conferenza stampa del 29 marzo l’ipotesi di accordo con il Cotrab. Una rivoluzione che a quanto pare non ha prodotto effetti. Infatti i lavoratori del Trasporto Pubblico di Basilicata ad oggi non hanno ricevuto nuovamente gli stipendi, cosa questa che ci preoccupa particolarmente. A dichiarlo in una nota, la Fit Cisl Basilicata che aggiunge: “Come si può immaginare Regione Basilicata di riformulare un contratto di Servizio che ad oggi non sta producendo nessun beneficio per i lavoratori e per l’utenza”.

“Abbiamo appreso -spiega poi il sindacato-che i lavoratori del Servizio Urbano di Matera sono stati inseriti nel piano vaccinale della Regione Basilicata e addirittura che ieri ad alcuni di loro è stato somministrato il vaccino, fatto quest’ultimo che apprendiamo positivamente, considerate le nostre innumerevoli richieste in tal senso. Quello che a noi risulta strano è che il 26 marzo 2021 il Capo di Gabinetto del Presidente Bardi (il quale fin ad ora è sempre sfuggito al confronto diretto con la Fit Cisl) abbia dichiarato, che nonostante gli Autoferrotranvieri svolgano un servizio essenziale, non era previsto nei decreti applicativi l’inserimento dei lavoratori dei trasporti nel piano Vaccinale.

A questo punto-conclude la Fit Cisl- ci chiediamo come è possibile quanto accaduto e chi gestisce il piano vaccinale della Regione Basilicata, che esprime una mancanza di chiarezza e una gestione incomprensibile, per i lavoratori dei trasporti e i cittadini di questa Regione.