Quantcast

Alla Basilicata 500mila euro per l’attività anti tratta

Il Dipartimento delle Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio ha assegnato ulteriori fondi

Il Dipartimento delle Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio ha assegnato alla Basilicata circa 500 mila euro per attività anti tratta dal 1 luglio 2021 per la durata di 15 mesi per sostenere le vittime di sfruttamento lavorativo, sessuale e violenza di genere. Lo fa sapere Pietro Simonetti, componente del Tavolo anticaporalato del Ministero del Lavoro.

Le proposte di utilizzo delle risorse da parte degli Enti e delle strutture competenti -spiega Simonetti-devono pervenire al Dipartimento entro il prossimo 13 giugno. Le Regioni sono impegnate nelle attività di cooprogettazione per coinvolgere le strutture impegnate anche sul campo della lotta al caporalato.

Il Tavolo Nazionale lavora alla definizione di linee guida per rendere più efficaci le misure e generare maggiore attenzione in particolare nei ghetti e nelle attività delle organizzazioni criminali che gestiscono i flussi e lo sfruttamento. Di particolare interesse risulta, per le regioni meridionali, tarare i progetti su contenuti che permettano di intercettare con attività preventive l’azione di reclutamento da parte dei caporali delle giovani migranti oggetto di sfruttamento lavorativo e sessuale come si visto nel Bradano e soprattutto nel Metapontino.

Le risorse dell’avviso nazionale si vanno a sommare ai 577 mila euro dei progetti che saranno attuati in Basilicata per l’accoglienza integrata per i lavoratori stagionali a partire dal prossimo mese in particolare nell’Alto Bradano e nell’area Metapontina”.

Più informazioni su