Quantcast

Borse di studio: studenti esclusi, “la Regione Basilicata intervenga”

La Basilicata possibile chiede il rifinanziamento della misura

Il Gruppo consiliare La Basilicata possibile del Comune di Potenza in una nota chiede che alla Regione di rifinanziare le borse di studio per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado.

Di seguito il comunicato stampa integrale.

“Con il Decreto ministeriale 1178 del 27/12/2019 il Miur ha assegnato alla Basilicata un fondo di circa 520 mila euro al fine di contrastare la dispersione scolastica e per l’erogazione di borse di studio a favore degli studenti iscritti agli istituti secondari di secondo grado, finalizzate all’acquisto di libri di testo, soluzioni per la mobilità e il trasporto, per l’accesso ai beni e ai servizi di natura culturale.

Con il DGR n. 245/2020 : art. 9 D.Lgs 63/2017 “Avviso per l’assegnazione delle borse di studio per l’anno scolastico 2019/2020 per studenti della scuola secondaria di secondo grado – Approvazione graduatoria definitiva” La Regione Basilicata ha ammesso a finanziamento circa 2800 studenti lucani.

Tuttavia dallo stesso avviso sono rimasti esclusi, per mancanza di risorse economiche, altri 1736 studenti, che avrebbero diritto al contributo economico. In un momento di grande difficoltà economica per le famiglie lucane questa disparità di trattamento non può passare sotto traccia. Chiediamo al Presidente Bardi che si adoperi urgentemente per reperire le risorse necessarie al finanziamento della graduatoria di tutti gli ammessi, trovando le coperture necessarie per i restanti 1736 studenti.

La pandemia ha messo a dura prova l’economia delle famiglie lucane e ha ampliato il divario economico e sociale. La Regione Basilicata ha il dovere di intervenire.

I Consiglieri comunali della città di Potenza de “La Basilicata Possibile”: Valerio Tramutoli, Giuseppe Biscaglia, Francesco Giuzio