Quantcast

Vaccini a Potenza, l’open day chiuso prima di aprire: l’indignazione dei cittadini

Alle 18.30, ora del click time, ben 3000 utenti già in attesa. E' il modello Basilicata bellezza!

Numerosi i cittadini lucani che si sono rivolti al nostro giornale dopo aver tentato di prenotare il vaccino Johnson & Johnson per l’open day previsto a Potenza il 22 e 23 maggio.

Collegati al sito Asp, da cui si poteva prenotare dalle 18.30 di oggi, 21 maggio, sono stati messi in attesa. Su una schermata appariva il numero di utenti in coda, solo che invece di diminuire con il passare del tempo il numero aumentava nonostante si rimanesse collegati. Fino a quando i posti a disposizione, 790 al giorno, sono andati esauriti.

Anche chi ha provato a farlo prima delle 18:30 ha riscontrato la stessa anomalia: compariva il numero di utenti in attesa che però variava, aumentando, man mano che passava il tempo. Chi invece diligentemente ha atteso, orologio alla mano, che scattasse l’ora x, si è trovato con oltre 3mila utenti già in fila o rimandato sulle prenotazioni per Matera.

E così in tantissimi hanno dovuto arrendersi dopo essere stati ad attendere inutilmente. “Una presa in giro”, “Una vergogna”, affermano in molti delusi per non essere riusciti a prenotare l’appuntamento con l’immunizzazione.  “Perché il sistema registrava quegli utenti in fila prima dell’apertura stabilita alle 18:30?

Qualcuno dovrebbe rispondere, spiegare. Siamo certi che invece, come sempre,  i cittadini rimarranno con i loro dubbi. Salvo poi leggere i post di giubilo del presidente Bardi e della stessa Asp che, come se si trattasse di un concerto di una star planetaria, annunceranno il sold out raggiunto in pochi minuti. E’ il “modello Basilicata”, bellezza!