Quantcast

Bardi rimanda ancora una volta il confronto con gli operatori dello spettacolo

Invitato alla terza riunione dell’Assemblea Permanente Spettacolo a Potenza, il presidente della Giunta di Basilicata propone un incontro riservato con i rappresentanti del settore

Ancora una volta il Presidente della Giunta Regionale di Basilicata Vito Bardi diserta il confronto con gli operatori e le organizzazioni dello spettacolo lucano, non rispondendo all’ennesimo invito dell’Assemblea Permanente Spettacolo di Basilicata alla riunione in programma oggi, 4 giugno, presso il Centro Sociale di Malvaccaro a Potenza. Lo fa sapere in una nota l’Assemblea dello Spettacolo.

L’incontro, il terzo dopo quelli del 15 maggio a Tito e del 28 maggio a Matera, doveva definire con chiarezza soluzioni e misure urgenti da mettere in campo da parte della Regione Basilicata per recuperare i fondi tagliati negli ultimi tre anni e sostenere l’intero comparto dello spettacolo dal vivo: teatro, musica, danza, spettacolo viaggiante, spazi e maestranze tecniche.

Il Presidente Bardi, -si legge nella nota-che dal momento del suo insediamento ha in capo la delega su cultura e spettacolo, si sottrae quindi al faccia a faccia con gli operatori lucani riuniti in assemblea. Soprattutto evita di spiegare le motivazioni dello stato di abbandono in cui è stato lasciato il settore negli ultimi tre anni e di dare rassicurazioni a proposito del ripristino di 1 milione di euro dei fondi 2019 e dell’emanazione dei bandi 2020 e 2021 da 2,5 milioni di euro ciascuno, il cui stanziamento è stabilito dal programma triennale per lo spettacolo 2019-2021, approvato dalla stessa Giunta Bardi in base alla Legge Regionale n. 37/2014 per la promozione e lo sviluppo delle attività di spettacolo.

L’incontro con il Presidente Bardi è ritenuto indispensabile dall’Assemblea Permanente Spettacolo anche” per potersi confrontare su problematiche non risolvibili con un semplice incontro tecnico, ovvero immaginare per il futuro azioni programmatiche a lungo termine e politiche culturali legate a un piano strategico, affinché gli operatori dello spettacolo e della cultura non debbano trovarsi nuovamente nell’impossibilità di svolgere il proprio lavoro, che è fondamentale per il territorio in termini di welfare sociale e di cura delle fragilità e delle marginalità”.

Il Presidente Bardi, “che già per l’appuntamento della scorsa settimana a Matera aveva delegato il consigliere regionale Piergiorgio Quarto, presidente della Terza Commissione Attività produttive, non ha inviato alcuna comunicazione né di presenza né di assenza. Dagli uffici regionali è giunta soltanto una convocazione ufficiale per un incontro tecnico con i rappresentanti del settore, da svolgersi lunedì 7 giugno alle ore 12, presso il capo di gabinetto del Presidente, Michele Busciolano. Ad esso, hanno fatto sapere dall’Ente regionale, seguirà un incontro politico riservato tra gli stessi rappresentanti e Bardi”.

Vista la certa mancanza di un riferimento politico nella riunione odierna, gli operatori hanno deciso di annullare l’incontro programmato al Centro Sociale di Malvaccaro, in attesa di ricevere finalmente delle risposte certe per risolvere la grave situazione che ormai da troppo tempo coinvolge i lavoratori dello spettacolo lucani.