Quantcast

“Illazioni non comprovate dalla realtà rappresentano un danno per la destinazione turistica Maratea”

La Federazione Assoturismo Confesercenti Maratea risponde all'intervento di Pietro Simonetti diffuso dalla stampa

Riceviamo e pubblichiamo.

In relazione alla nota stampa emessa dal sig. Piero Simonetti,  ripresa e pubblicata da numerose testate giornalistiche on-line lucane, chiediamo cortesemente che venga osservata una maggiore cautela poiché alla vigilia di una stagione estiva  davvero incerta, dopo oltre un anno e mezzo di pandemia mondiale ed in presenza di tante aziende operanti nel comparto turistico in stato di grande sofferenza, possono destabilizzare il mercato ed offrire una visione della destinazione turistica “Maratea” davvero difforme dal reale.

La destinazione turistica di “Maratea” è fatta da tanto rispetto per l’ambiente, da un mare incontaminato e da spiagge stupende dove, proprio in questi giorni, le tartarughe carretta – carretta depositano le proprie uova e dove speriamo che tanti viaggiatori decidano di venire a trascorrere le proprie vacanze estive.

Il totale rispetto ambientale è, ancora quest’anno, riconfermato dal ricevimento di prestigiosi riconoscimenti come la Bandiera Blu e le 5 Vele di Legambiente.

Le aziende turistiche marateote in generale e nello specifico tutte quelle associate all’Assoturismo Confesercenti, che noi rappresentiamo, operano nel massimo rispetto delle vigenti normative ed hanno a cuore la tutela paesaggistica, naturale ed ambientale poiché queste ricchezze rappresentano un patrimonio immateriale integrante delle proprie aziende.

Anche le imprese non propriamente locali che hanno investito e che stanno investendo sul territorio di Maratea operano con grandissima responsabilità e hanno dato e stanno dando un contributo fondamentale alla rinascita della destinazione “Maratea” che ha, tuttavia, un evidente bisogno ed esigenza di interventi di modernizzazione dei servizi da offrire ai turisti, sempre nel rispetto delle vigenti normative, poiché non è solo con i ricordi e la nostalgia che è possibile competere sul mercato turistico del mediterraneo.

Ancor più nello specifico, facendo riferimento all’intervento in essere all’ Hotel Santavenere, struttura per altro chiusa rimasta lo scorso anno nell’assordante silenzio dei più, l’Amministrazione del Comune di Maratea ci comunica che la società Arsenale SPA ha un valido titolo edilizio e che i meticolosi controlli già effettuati non hanno fatto emergere alcuna irregolarità o difformità.

Questi immotivati attacchi non danneggiano il singolo imprenditore ma creano nocumento all’intera destinazione e di conseguenza a tutti i nostri associati, le loro famiglie ed i propri dipendenti e collaboratori.

Invitiamo pertanto chiunque abbia prove di condotte contrarie alle norme a rivolgersi alle autorità competenti poiché in assenza di tali atti siamo solo in presenza di gravi affermazioni, più simili a infondate illazioni, che se lasciate in sospeso, danneggiano solo il turismo lucano, Maratea ed i nostri Associati che non mancheremo di tutelare nei modi che si riterranno necessari.