Quantcast

Incendi boschivi, in Prefettura a Potenza una riunione per prevenirli

Si è discusso del sistema da porre in atto già utilizzato negli anni scorsi

Il Prefetto di Potenza, Annunziato Vardè, ha presieduto in data odierna una riunione finalizzata alla pianificazione delle attività da porre in essere per fronteggiare efficacemente i rischi degli incendi boschivi e di interfaccia nella provincia. Hanno partecipato i rappresentanti della Regione Basilicata, il Direttore Regionale e il Comandante provinciale dei Vigli del Fuoco, il Vicequestore Vicario e i rappresentanti delle Forze dell’ordine, del Comune di Potenza dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Maratea, dell’Anas e dell’Ente Parco del Pollino.

Nel corso della riunione è stato analizzato il sistema, già sperimentato negli anni scorsi, per la lotta attiva agli incendi boschivi al quale concorrono forze statali e regionali, anche alla luce delle raccomandazioni adottate dal Presidente del Consiglio dei Ministri per la prossima stagione estiva.

La Regione Basilicata in particolare ha illustrato le attività e le innovazioni, oggetto del piano antincendio triennale e del programma annuale, in via di ultimazione, per l’attuazione delle misure di prevenzione e di contrasto al fenomeno in linea con la nuova definizione degli ambiti territoriali ottimali. Seguirà la sottoscrizione, anche per l’anno in corso, dell’apposita Convenzione tra il Ministero dell’Interno, la Regione Basilicata e la Direzione Regionale dei Vigili del Fuoco.

Particolare rilevanza rivestono gli aspetti di miglioramento del sistema in termini di innovazione (anche relativi agli strumenti di previsione della propagazione del fronte di fiamma), di ottimizzazione delle risorse per aree territoriali, di copertura delle fasce orarie, di miglior impiego dei volontari nonché di rimodulazione delle attività della Sala Operativa Unificata Permanente della Regione Basilicata e degli operai forestali.

In relazione all’esigenza di una coordinata attività di prevenzione e contrasto agli incendi, specie in prossimità delle zone abitate, il Prefetto diramerà apposita circolare ai Sindaci, quali autorità comunali di protezione civile, affinché pongano in essere tutte le misure utili ad assicurare una più efficace e tempestiva risposta al fenomeno, anche attraverso l’adozione di apposite ordinanze.

Le Forze di Polizia garantiranno la consueta azione di controllo del territorio per la specifica finalità della prevenzione e repressione degli incendi dolosi e colposi. L’Anas ha riferito che è in corso l’attività di rimozione, lungo le arterie stradali di competenza, della vegetazione erbacea e ha assicurato la tempestiva informazione in caso di problemi di percorrenza.

Più informazioni su