Quantcast

La Basilicata del film“Lumina” in concorso allo ShorTS International Film Festival

La pellicola di Samuele Sestieri, una fiaba moderna sull’amore girata tra alcuni piccoli borghi lucani

Registi non ancora affermati, eppure già chiaramente apprezzabili per coraggio, talento e precisione di gesto. Questa l’ispirazione di fondo di Nuove Impronte, storica sezione di ShorTS International Film Festival, la manifestazione cinematografica in programma dal vivo a Trieste e sul web su MYmovies dal 1 al 10 luglio.

Nuove Impronte è la sezione competitiva che, anche in questa 22° edizione del Festival, sceglie i migliori lungometraggi del cinema emergente, accendendo i riflettori su registi esordienti o non ancora noti al grande pubblico, allargando la competizione anche quest’anno al panorama europeo e internazionale, sempre con rinnovata curiosità alla ricerca di quelle forme di cinema che suggeriscono la possibile nascita di nuovi talenti della settima arte.

Tra film di finzione e documentari, saranno 7 i titoli in concorso, di cui ben 5 in anteprima italiana, opere prime e seconde provenienti da ogni latitudine del mondo, ciascuna con l’urgenza di far sentire la propria voce in modo autentico, audace e formalmente incisivo. Tra i film in concorso nell’edizione 2021 anche “Lumina” di Samuele Sestieri, una fiaba moderna sull’amore girata tra alcuni piccoli borghi della Basilicata, la regione che ha ispirato l’intero progetto per i suoi paesaggi desertici e le sue rovine fatiscenti, e luoghi nascosti del Lazio.

Il film verrà proiettato al Cinema Ariston di Trieste mercoledì 7 luglio alle ore 20.00. La proiezione sarà a ingresso gratuito e si terrà alla presenza del regista del film. Presentato a Rotterdam e alla 57° Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, il film segue le vicende di una donna misteriosa che si risveglia su una spiaggia deserta. Vaga tra ruderi e macerie, percependo la memoria degli oggetti. Come una fonte di energia, è in grado di riattivare dispositivi tecnologici spenti da tempo. In una città fantasma la donna accede all’archivio digitale dello smartphone appartenuto ad un ragazzo chiamato Leonardo. Apprende così il linguaggio delle immagini e dei suoni e, attraverso i video della relazione fra Leonardo e la sua fidanzata, conosce l’amore.

I lungometraggi di Nuove Impronte saranno fruibili gratuitamente anche su MYmovies, partner tecnico di ShorTS International Film Festival. I giurati della sezione Nuove Impronte 2021 sono la giornalista cinematografica Marta Bałaga, il regista e produttore cinematografico Ilir Butka, l’attrice lituana Aistė Diržiūtė e il regista campano Giuseppe M. Gaudino.

I film in concorso della sezione Nuove Impronte si contenderanno il premio Miglior Film, il premio della Critica assegnato dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani SNCCI. MYmovies invece assegnerà il Premio del Pubblico all’opera più votata.

“Non abbiamo mai tradito lo spirito che da sempre contraddistingue questa sezione: scoprire e valorizzare cineasti alle prime armi coraggiosi e vitali, capaci di distinguersi per originalità, per l’energia, per le scelte narrative non (necessariamente) convenzionali” – spiega la giornalista e critica Beatrice Fiorentino, curatrice della sezione Nuove Impronte, quest’anno affiancata dal critico Massimo Causo – “La selezione del 2021, un anno unico e – speriamo – irripetibile, porta curiosamente addosso i segni del Covid, sebbene i titoli scelti appartengano tutti al quasi dimenticato tempo pre-pandemico. Al centro di tutto: la Storia, la Famiglia, la Società. Padri e figli, madri e figlie, i rapporti umani e i legami familiari come nucleo fondante, necessario e irrinunciabile. Un pugno di film dal respiro largamente umanista che non lasciano spazio a interpretazioni su cosa sarà imperativo mettere al primo posto non appena saremo finalmente in grado di ripartire.”