Quantcast

La grande festa del pianoforte arriva a Matera

Giovedì 24 giugno il recital pianistico di Luca Ciammarughi, direttore artistico del festival, nella Chiesa di San Pietro Caveoso

Arriva a Matera la grande festa del pianoforte. Piano Lab, il festival targato Ghironda giunto alla quinta edizione in programma da sabato 19 giugno a domenica 11 agosto, fa tappa nella chiesa di San Pietro Caveoso giovedì 24 giugno ore 19.30 con il recital pianistico del Maestro Luca Ciammarughi, concertista, scrittore e conduttore radiofonico e quest’anno direttore artistico del festival (ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria info pianolab.me). Piano Lab torna a Matera, per un appuntamento organizzato in collaborazione con l’amministrazione comunale, Marangi Strumenti musicali e FAI dip Scuole, dopo lo straordinario concerto dello scorso capodanno andato in scena all’alba e trasmesso in diretta da TRM Network.

In programma un concerto dedicato alla musica del seicento e settecento che prevede: William Byrd: Earl of Salibury Pavane, Jean-Philippe Rameau: Nouvelles Suites de Pièces de Clavecin, François Couperin: Les Ombres Errantes – Les Barricades Mystérieuses e Jean-Philippe Rameau: La Livri – La Dauphine.

Luca Ciammarughi è pianista, scrittore e conduttore radiofonico. Dal 2007 è in onda quotidianamente su Radio Classica. Ha studiato con Paolo Bordoni al Conservatorio di Milano, dove si è diplomato con lode in pianoforte e con menzione d’onore in musica vocale da camera. Ha inciso numerosi cd e suonato per istituzioni di prestigio in Europa e negli Stati Uniti. Scrive note di sala per il Teatro alla Scala e l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Ha tenuto conferenze alla Fenice di Venezia e in molti Conservatori italiani. Come pianista concertista ha suonato per il Festival dei Due Mondi di Spoleto, Mito Settembre Musica, Taormina Arte, La Verdi, Mantova Chamber Music Festival, Società dei Concerti di Milano, Spoleto Festival USA di Charleston, Festival Guadalquivir in Spagna, European Union Youth Orchestra, Salle Cortot di Parigi, Piano City Milano e molte altre istituzioni. Le sue incisioni delle Sonate D 894 e D 960 di Schubert hanno ricevuto il plauso unanime della critica. È stato più volte ospite a Radio Tre Rai, eseguendo in diretta un ampio repertorio, da Rameau fino a Reynaldo Hahn. Da dieci anni è quotidianamente in onda su Radio Classica: la sua trasmissione “Il pianista” è divenuta un riferimento nel panorama divulgativo italiano.

Particolarmente suggestiva la location. La Chiesa di San Pietro Caveoso, costruita inizialmente nel 1218, ha subito dei mutamenti nel tempo come ristrutturazioni e modifiche ed ha perso molte caratteristiche originali. Lo stile esterno è barocco. Nel XVII sec. la chiesa venne ristrutturata completamente con l’aggiunta della facciata e del campanile mentre l’interno venne arricchito e ingrandito con l’aggiunta di cappelle ed il soffitto venne fatto completamente in tufo. Nel 1706 la chiesa fu nuovamente riconsacrata e subì un ulteriore modifica con l’aggiunta della cuspide sul campanile, gli interni rivestiti da stucchi e decorazioni e l’aggiunta di un soffitto ligneo a quello in tufo già esistente.

Piano Lab, che quest’anno ha come partner il Key Biscayne Piano Festival, il prestigioso appuntamento con il pianoforte che si tiene ogni anno in Florida, è realizzato con il sostegno del Dipartimento Turismo della Regione Puglia e dei Comuni ospitanti e in collaborazione con Fai Italia scuole, Conservatorio di Musica di Lecce, Fondazione Paolo Grassi di Martina Franca, Istituto Valzani – Polo Tecnico Professionale Messapia di Torchiarolo, Gal Alto Salento 2020, Consorzio di Gestione Riserva Naturale di Torre Guaceto, Wwf Delegazione Trulli e Gravine, Fai Delegazione di Lecce e gli sponsor tecnici Marangi Strumenti Musicali e Steinway & Sons. Informazioni su pianolab.me