Quantcast

Lavoratori ex mobilità ed ex reddito minimo, al via nuovo progetto del Consorzio di Bonifica

Le attività inizieranno il 5 luglio prossimo

Si è svolto questa mattina, nella sede del dipartimento Attività produttive della Regione Basilicata, l’incontro tra le organizzazioni sindacali Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil, l’assessore Francesco Cupparo e l’amministratore del Consorzio di bonifica, Giuseppe Musacchio, per discutere la nuova progettualità per i lavoratori dell’ex reddito minimo di inserimento ed ex mobilità, per un totale di circa mille unità.

All’incontro-spiegano i sindacati- è stato stabilito che i lavoratori saranno coinvolti in attività di manutenzione delle strade di accesso alle aree produttive e turistiche della regione (aree industriali, Pip, Paip, ecc.). Solo inizialmente è previsto l’ausilio dei referenti della forestazione per il tempo necessario a organizzare le attività. Successivamente i lavoratori procederanno in squadre autonome e indipendenti dai forestali, costituite da un sostituto caposquadra, un vice caposquadra e da personale addetto all’utilizzo di mezzi meccanici.

A tutte queste professionalità verranno erogati dei corso di formazione così da consentire di svolgere il lavoro autonomamente. Il Consorzio si sta già attivando per acquistare le attrezzature necessarie e per la formazione, che avverrà a breve. Le attività di questa nuova progettualità inizieranno il 5 luglio.

Le organizzazioni sindacali giudicano positivo l’incontro di oggi e condividono pienamente le linee guida delle attività oggetto del confronto propositivo tra le parti. Si tratta di un progetto innovativo che renderà accessibili e oggetto di manutenzione tutte le aree produttive della regione. Il confronto resta aperto per le questioni legate al miglioramento del progetto stesso.