Quantcast

Nasconde materiale esplosivo “micidiale”, 50enne arrestato a Bernalda

I carabinieri hanno rinvenuto elementi che avrebbero consentito di fabbricare ordigni molto pericolosi

I Carabinieri di Pisticci supportati da unità cinofile dei Carabinieri di Tito hanno arrestato a Bernalda un uomo di 50 anni, già noto alle forze dell’ordine, poiché ritenuto responsabile di illecita detenzione di materiale esplodente e congegni micidiali.

I militari, con il prezioso contributo del cane Dax, addestrato al rinvenimento di esplosivi ed armi, sono riusciti ad individuare un deposito nella disponibilità dell’indagato, in cui lo stesso aveva occultato numerosi candelotti esplosivi del peso complessivo di circa 500 grammi, residui di polvere da sparo, numerosissimi inneschi/micce e vario materiale per il confezionamento artigianale di congegni esplosivi, come sfere metalliche, chiodi, manufatti precostituiti per la realizzazione di candelotti e tubi-bomba.

Il materiale sequestrato avrebbe consentito di fabbricare ordigni esplosivi micidiali, sia per la potenzialità della detonazione, sia per il possibile impiego delle schegge costituite dalle sfere metalliche e dai chiodi. L’indagato è stato arrestato ed accompagnato nella Casa Circondariale di Matera a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per chiarire i motivi della detenzione. Il materiale esplodente è stato sequestrato e posto in sicurezza.