Quantcast

Sanità privata, mobilitazione dei lavoratori di Universo Salute Basilicata

I sindacati annunciano un presidio permanente per il 4 giugno e chiedono un incontro urgente alla Regione

Poiché i lavoratori dell’ospedalità privata lucana, ai quali si applica il contratto Aiop, e nello specifico i lavoratori in servizio presso Universo Salute Basilicata-Opera Don Uva di Potenza, sono ancora in attesa, da ben 15 anni, dell’applicazione del rinnovo contrattuale, sottoscritto definitivamente ad ottobre 2020, Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Ugl e Fials richiamano gli impegni della Regione Basilicata a sostenere con proprie risorse economiche il 50% del costo del rinnovo contrattuale.

Si evidenzia -scrivono i sindacati in una nota- che la Regione Basilicata è rimasta l’unica Regione in Italia a non aver onorato gli impegni assunti nell’Accordo sottoscritto a febbraio 2020 nella Conferenza delle Regioni e Province autonome, di integrazione con risorse delle Regioni per la copertura del rinnovo contrattuale.

I 300 lavoratori di Universo Salute Basilicata-Opera Don Uva di Potenza, profondamente delusi dai comportamenti dell’Istituzione regionale, sono da tempo in stato di agitazione ed intendono mobilitarsi e manifestare la loro protesta attraverso un presidio permanente innanzi alla Regione a partire da lunedì 14 giugno prossimo.

“Per evitare tali manifestazioni di protesta”- le organizzazioni sindacali chiedono di “fissare un incontro urgente per definire un accordo con la parte datoriale, finalizzato proprio all’applicazione del rinnovo contrattuale, che si ripete, è atteso da ben 15 anni. I lavoratori dell’ospedalità privata meritano grande rispetto anche per il loro contributo offerto nella lotta alla pandemia in Basilicata”.