Quantcast

Un premio di poesia in memoria di Alessandro Fariello

Il concorso è dedicato al giovane scomparso recentemente, conosciuto come il "poeta guerriero"

Un premio di poesia in nome e in memoria di Alessandro Fariello, giovane di Grumo  Appula affetto da Sma (Atrofia muscolare spinale) recentemente scomparso. Alessandro è stato un poeta, un ragazzo dalla sensibilità fuori dal comune, -raccontano i promotori del Premio-“il poeta guerriero”, com’è stato definito, per la capacità di poter sfidare anche la sua crudele malattia con quella sensibilità stessa, esplicitata con il ricorso al verso, alla poesia. Ed un premio di questo genere è sembrato il modo più giusto di ricordarlo, in rispetto della sua personalità, del suo cuore, delle sue enormi capacità espressive. Alessandro comunicava con lo sguardo, con la potenza del suo pensiero. Quel pensiero diventava parola, poesia.

In un certo senso, grazie proprio a questo premio, gli organizzatori del concorso si augurano che ancora l’espressività di Alessandro trovi terreno fertile, magari attraverso la creatività e la fantasia di chi parteciperà alla speciale ‘gara’ ed eternerà il suo ricordo.

L’evento sarà a cura dell’Associazione Angeli senza Frontiere e di un particolare comitato messo a punto per dare concretezza ad un’idea subito sembrata quasi naturale agli amici di Alessandro, a chi negli ultimi anni è stato vicino al giovane.

Il premio, ancora nelle sue iniziali fasi organizzative, si comporrà di un’unica sezione, denominata “Poesia inedita”, aperta a tutti gli autori con un unico testo in lingua italiana avente per tema “La Libertà”.

Su questo concetto si eserciteranno, dunque, partecipanti necessariamente maggiori di 18 anni, in un premio aperto a tutti, senza alcun tipo di distinzione culturale ed economica. L’iscrizione sarà gratuita, non consistendo in un concorso a premi o con vincite in denaro.

Il testo dovrà essere tassativamente inedito (fino al giorno della cerimonia di consegna), cioè non aver ricevuto regolare pubblicazione editoriale, né deve essere stato premiato in altri concorsi letterari, pena l’esclusione. Ogni autore, inoltre, potrà partecipare con una sola poesia inedita in lingua italiana (versi liberi o in metrica), che dovrà attenersi al tema proposto.

Il comitato organizzatore e l’Associazione Angeli senza Frontiere lasciano libertà di espressione, chiedendo comunque il rispetto del senso civile e pertanto si riservano il diritto (a loro insindacabile giudizio) di rifiutare poesie a contenuto blasfemo o non conformi alla propria morale.

L’organo principale del premio, già costituito, consiste in una giuria per la selezione delle opere finaliste e per la premiazione delle opere vincitrici.

La cerimonia di premiazione si terrà il 7 dicembre 2021.