Quantcast

Acta, “Piano finanziario approvato ma lavoratori senza stipendio e città sempre più sporca”

Consiglieri comunali di centrosinistra: "approvazione dettata dall'impossibilità di rinviare ulteriormente"

Di seguito il comunicato stampa dei consiglieri comunali di centrosinistra di Potenza sull’approvazione del piano finanziario dell’Acta.

“Ieri, 26 luglio, il Consiglio Comunale di Potenza, al culmine di mesi di ritardi e rinvii ha approvato il Piano finanziario del servizio integrato della gestione dei rifiuti per l’anno 2021. Una approvazione dettata unicamente dall’impossibilità effettiva di rinviare ulteriormente questa scadenza. Le pesanti problematiche che riguardano Acta e la gestione dei rifiuti in questa città, restano infatti tutte sul tavolo. Dopo due anni di annunci e spot da parte della gestione Lega- Fratelli d’Italia, nulla è cambiato.

La precaria situazione di sostenibilità finanziaria è ancora tale (se non più grave), l’incertezza riguardo al futuro di centinaia di lavoratori persiste e, come se non bastasse, rifiuti e degrado aumentano a dismisura in molte aree della città. Ascoltando la replica dell’assessore Galella, ci è sembrato di sentire un’invettiva di un consigliere di opposizione: un lungo elenco di problematiche senza uno straccio di soluzione concreta. Vogliamo ricordare all’assessore Galella che sono trascorsi più di due anni dal suo insediamento e che sarebbe anche arrivato il momento di parlare di cosa ha fatto questa amministrazione per affrontare questa situazione.

Dal momento che non è stato fatto praticamente nulla, resta facile continuare a parlare degli errori delle Amministrazioni precedenti. Tutto questo mentre i lavoratori sono ancora senza stipendio, la città è sempre più sporca ed in balia dell’approssimazione amministrativa di questa giunta. Oggi il Consiglio Comunale, con il nostro voto contrario, ha approvato un piano di cui nessuno sa nulla con la promessa di “Venirne a capo nei prossimi anni”. Purtroppo non basta.

I Consiglieri di Centrosinistra: Bianca Andretta, Angela Blasi, Roberto Falotico, Francesco Flore, Angela Fuggetta, Rocco Pergola, Pierluigi Smaldone e Vincenzo Telesca.