Basilicata. Quarta tappa del viaggio nei vicoli dell’imprenditoria lucana: amici, parenti e soci

Sono tra i principali player dell’indotto petrolifero lucano. Fatturano milioni di euro e registrano utili considerevoli. Chi sono i Donnoli e i Dandrea?

Il nostro viaggio riprende tra le aree industriali dove sono insediate le aziende dell’indotto petrolifero. Decine tra grandi e piccole. È ovvio che da queste parti ci fermeremo più tempo, per descrivere e capire il sistema aziendale e societario inserito nel circuito produttivo degli impianti Eni e Total. Milioni di euro di fatturato, utili considerevoli. Tuttavia visiteremo quelle più importanti o legate a fatti di cronaca recente, o legate a personaggi pubblici. Cominciamo dal Gruppo Donnoli e dal Gruppo Dandrea, due Società che, insieme al Gruppo Carone, hanno costituito il Raggruppamento di impresa per partecipare alla gara indetta dalla Total per l’affidamento dei lavori in area logistica e sollevamento. Una gara “misteriosa” da circa 5 milioni di euro di cui ci siamo ampiamente occupati e preoccupati. Il Gruppo Donnoli è alle prese con una vicenda da noi denunciata che riguarda il prelievo di acqua da un affluente del fiume Sauro, acqua venduta alla Total per l’impianto di Tempa Rossa.

Sia Donnoli sia Dandrea sono gruppi consolidati, storici, con un parco clienti di tutto rispetto, di cui Total ed Eni sono una parte seppure importante.

IL GRUPPO DONNOLI

“Le tre società costituenti il Gruppo – leggiamo dal loro sito web –   la Donnoli Costruzioni S.r.l., la Ingegno S.r.l., e la SE.RI.CO. S.r.l., sono il frutto dello spirito imprenditoriale italiano incarnato dal padre degli attuali proprietari, Mario Donnoli, che costituì, nel 1954, la ditta edile individuale Donnoli Mario a Corleto Perticara, nell’entroterra lucano. Il grande fermento e la floridezza economica caratterizzanti il decennio, nonché l’intraprendenza del fondatore, hanno posto le condizioni per l’affermazione della ditta nell’area d’origine e in quelle limitrofe. Con il subentrare dei figli Domenico, Rocco e Patrizia, le attività sono state diversificate sino alla trasformazione, nel 1998, della Donnoli Mario nella Donnoli Costruzioni S.r.l., alla quale sono state affiancate, successivamente, la EDIL STRADE S.n.c. dei F.lli Donnoli (attuale Ingegno S.r.l.) e la SE.RI.CO. S.r.l.” Ci fermiamo qui. Donnoli vanta una solida contribuzione alla realizzazione dell’impianto di Tempa Rossa.

Gli assetti societari

Donnoli Costruzioni S.r.l. nasce nel 1998 ed è attiva dallo stesso anno. Ha la sede legale a Guardia Perticara nella zona PIP. Esercita l’attività di impresa edile, noleggio macchine e attrezzature edili, riparazione di macchine e apparecchi di sollevamento e movimentazione. Al 31 dicembre 2020 aveva 8 addetti. Il capitale ammonta a 100mila euro suddiviso tra i soci Patrizia Donnoli (16%), Domenico Donnoli (42%), Rocco Donnoli (42%). L’amministratore unico e rappresentante dell’impresa è Domenico Donnoli. Al 31 dicembre 2019 la Società registra un valore della produzione pari a circa 1,5 milioni di euro – quasi tutti lavoro conto terzi – con un calo netto rispetto al 2018 (5,2 milioni) probabilmente dovuto alla chiusura del cantiere di Tempa Rossa. Al 31 dicembre 2019 chiude con un utile di 138 mila euro mentre nel 2018 l’utile è stato di 451mila euro. Nel 2019 la Ingegno S.r.l. è stata cliente della Donnoli Costruzioni S.r.l. per 51mila euro, mentre è stata fornitrice per 750mila euro; la Se.ri.co S.r.l. è stata fornitrice per 468mila euro. I costi del personale al 31 dicembre 2019 ammontano a 434mila euro nel 2018 il personale è costato 1,2 milioni.

 Ingegno s.r.l. nasce nel 1983 ed è attiva dal 1984. Ha la sede legale a Guardia Perticara nella zona PIP e una unità locale a Missanello. Esercita l’attività di frantumazione di inerti, produzione di calcestruzzo, lavori edili per costruzione di opere pubbliche e private. Al 31 dicembre 2020 aveva 19 addetti. Il capitale ammonta a 600mila euro suddiviso tra i soci Diletta Donnoli (35%), Domenico Donnoli (15%), Rocco Donnoli (15%), Matteo Donnoli (35%) L’amministratrice unica e rappresentante dell’impresa è Patrizia Donnoli. Al 31 dicembre 2019 la Società registra un valore della produzione pari a circa 2 milioni di euro, con un calo netto rispetto al 2018 (2,7 milioni) e al 2017 (3,9 milioni), probabilmente anche in questo caso ha pesato la chiusura del cantiere di Tempa Rossa. Al 31 dicembre 2019 chiude con un utile di 128 mila euro mentre nel 2018 l’utile è stato di 311 mila euro e nel 2017 di 275mila euro.

Secondo gli esperti che hanno analizzato la serie storica dei tre Bilanci si evidenzia una media di periodo mediocre, passando da un giudizio mediocre nel 2017 ad un discreto nel 2019, con un cospicuo miglioramento del risultato complessivo gestionale. Saremmo quindi in presenza di un trend in decisa espansione. La redditività del Capitale proprio è molto superiore al minimo tasso atteso per remunerare il rischio-Impresa.

SE.RI.CO S.r.l. nasce nel 1997 ed è attiva dal 1998. Ha la sede legale unità locale a Guardia Perticara nella zona PIP e una unità locale a Missanello, la stessa di Ingegno S.r.l. Esercita l’attività di fabbricazione di oggetti in ferro, in rame ed altri metalli, attività di servizi logistici. Alla data del 31 marzo 2021 aveva 6 addetti. Il capitale ammonta a 100mila euro suddiviso tra i soci Rocco Donnoli, amministratore unico e rappresentante dell’impresa (50%) e Domenico Donnoli (50%).Al 31 dicembre 2019 la Società registra un valore della produzione pari a circa 427mila euro, con un calo netto rispetto al 2018 (661mila) e al 2017 (781mila), probabilmente anche in questo caso ha pesato la chiusura del cantiere di Tempa Rossa. Al 31 dicembre 2019 chiude con un utile di circa 6mila euro mentre nel 2018 l’utile è stato di 54mila euro e nel 2017 di 97mila euro.

Secondo gli esperti che hanno analizzato la serie storica dei tre Bilanci si evidenzia una media di periodo discreto, passando da un giudizio buono nel 2017 ad un sufficiente nel 2019, con un leggero peggioramento del risultato complessivo gestionale. Siamo, quindi, in presenza di un trend in lieve contrazione. La redditività del Capitale proprio è critica, cioè molto inferiore al minimo tasso atteso per remunerare il rischio-impresa.

Relazioni sul territorio

Come è naturale che sia, in un’area di piccoli paesi a pochi passi l’uno dall’altro, i Donnoli hanno i loro legami parentali e amicali – legittimi senza dubbio – che costituiscono curiosità magari note agli abitanti della zona, ma meno note agli altri. Rocco Donnoli è cognato dell’ex sindaco di Corleto Perticara, Antonio Massari che sarebbe politicamente legato all’area Pittella del PD. Un’altra amicizia nata negli anni – ci dicono alcuni abitanti del luogo – sarebbe quella tra i Donnoli e Pierluigi Luppi, esponsabile della logistica, delle scorte, delle strutture e dei servizi IT a Tempa Rossa, e con Ferruccio Ferrucci, direttore QHSSE sempre a Tempa Rossa molto amico di Antonio Massari.  

Relazioni che nascono spontanee in un contesto di paesi piccoli dove gli imprenditori e i responsabili territoriali della Total assumono un ruolo importante nell’economia della zona. Insomma, ribadiamo, relazioni che non hanno nulla a che fare con gli interessi economici o politici delle persone.

 IL GRUPPO DANDREA

Officine Dandrea Angelo nasce nel 1978 ad opera dell’attuale Titolare Angelo Dandrea, che da esperienze tecniche pregresse decide di sviluppare in proprio l’aspetto della carpenteria metallica e delle costruzioni industriali.

Da una forte consapevolezza nel settore della carpenteria metallica e delle costruzioni industriali di Angelo Dandrea, nasce nel 1978 Officine Dandrea. Quando a metà degli anni ottanta, nell’area di Viggiano, cominciano i primi fermenti collegati alla ricerca petrolifera, si delineano ruoli e differenziazioni all’interno di una ditta in costante crescita.

Officine Dandrea opera con soggetti internazionali quali Eni, Total, Halliburton e Saipem. Tutto ciò ha permesso all’azienda di accreditarsi a livello nazionale come Centro di Trasformazione dell’Acciaio presso il Servizio Tecnico Centrale del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici. Accanto a certificazioni e mezzi meritano una menzione dirigenti, amministratori, tecnici, saldatori e operatori specializzati nelle attività industriali più ricercate.

L’ampliamento delle potenzialità dell’azienda consente di affrontare ulteriori commesse che vanno dall’ingegneria alla costruzione e all’installazione di strutture e apparecchiature industriali. E così Officine Dandrea diventa Gruppo con Nolitalia S.r.l. e Sergen S.r.l. Sergen s.r.l. è in grado di affrontare attività che riguardano l’intera filiera del trasporto e dello stoccaggio di idrocarburi; a partire dalla costruzione di pipelines ed impianti, alla loro manutenzione e riparazione, alla bonifica ed inertizzazione degli stessi (gas free), per finire allo smantellamento (decommissioning) di impianti e condotte posti fuori esercizio

Gli assetti societari

Officine Dandrea S.r.l. attiva dal 1978, ha la sede legale nella zona industriale di Viggiano e unità locali a Guardia Perticara e a Corleto Perticara di cui una in contrada Tempa Rossa. Esercita l’attività di carpenteria metallica, montaggi industriali, manutenzione impianti industriali, noleggio mezzi di sollevamento. Al 31 dicembre 2020 aveva 64 addetti. È ditta individuale di Dandrea Angelo, perciò non è noto il capitale.

Nolitalia S.r.l. nasce nel 2005 e inizia l’attività nello stesso anno. Ha la sede legale nella zona industriale di Viggiano e due unità locali, una a Corleto Perticara e l’altra a Brindisi in Puglia. Esercita attività prevalente di noleggio a caldo e freddo a terzi di mezzi e attrezzature industriali. Il capitale ammonta a 60mila euro suddiviso tra i soci Giacomo Dandrea (50%) e Nicola Dandrea (50%). L’amministratore unico e rappresentante dell’impresa è Giacomo Dandrea. Al 31 dicembre 2019 la Società registra un valore della produzione pari a circa 4,8 milioni di euro, con un aumento rispetto al 2018 (circa 4, 5 milioni) e al 2017 (3,6 milioni). Al 31 dicembre 2019 avrebbe chiuso con un utile di 1,2 milioni circa, mentre nel 2018 l’utile sarebbe stato di 300 mila euro e nel 2017 di quasi 900mila euro. (Dati: fatturatoaziende.it)

 Sergen S.r.l. nasce nel 1989 e inizia l’attività lo stesso anno. Ha la sede legale a Grumento Nova e unità locali in Marocco, a Gela in Sicilia e a Pive Fissiraga in provincia di Lodi. Esercita attività prevalente di costruzione, montaggio, manutenzione, servizi e assistenza tecnica di impianti industriali. Al 31 marzo 2021 aveva 39 addetti. Amministratore unico e rappresentante dell’impresa è Francesco Cirone. Il responsabile tecnico è Nicola Dandrea. Il capitale ammonta a 10mila e 400 euro interamente posseduto dalla Mec.Service Srl.

La Mec.Service Srl nasce nel 2009 e inizia l’attività nel 2012. Ha sede legale nella zona industriale di Viggiano e una unità locale a Corleto Perticara in Contrada Tempa Rossa. Esercita attività prevalente di costruzione di valvole per caldaie industriali per pompe e compressori. Al 31 marzo 2021 aveva 21 addetti. Il capitale ammonta a 50mila euro suddiviso tra Giacomo Dandrea (40%), Nicola Dandrea (40%) e una certa Pasqualina Pansardi, moglie di Dandrea, (10%) che è anche amministratrice unica della Società e rappresentante dell’impresa. Dunque la Sergen S.r.l. è di proprietà dei Dandrea.

Torniamo alla Sergen S.r.l. Al 31 dicembre 2019 ha un valore della produzione caratteristica (al netto di altri ricavi) pari a 2,9 milioni di euro che era di 2,2 milioni nel 2018 e di 2,3 milioni nel 2017. Registra un utile netto di 438mila euro al 31 dicembre 2019, mentre l’utile è di 200mila euro nel 2018 e di 42mila euro nel 2017.

Secondo gli esperti che hanno analizzato la serie storica dei tre Bilanci si evidenzia una elevata instabilità dei risultati complessivi gestionali, tanto che risulta impossibile individuare un trend di fondo. Ad ogni modo la redditività del Capitale proprio è molto superiore al minimo tasso atteso per remunerare il rischio-Impresa.

La Pangea S.r.l.

Il Gruppo Dandrea con la Sergen S.r.l.  è socio di PANGEA S.r.l.  fondata nel 2014 dall’unione di sei società con competenze tecniche, gestionali ed organizzative acquisite in oltre 50 anni di attività e da decenni impegnate nel settore Oil & Gas. Soci della Pangea S.r.l. sono Sergen S.r.l., Elett.ra S.r.l., Criscuolo Eco Petrol Service S.r.l. Garramone Management Service S.r.l, Danella Forniture S.r.l. Della Pangea S.r.l. parleremo in una delle prossime tappe quando incontreremo anche alcune delle società citate, oltre che della Impes dei Somma.

Curiosità

La Sergen S.r.l. – manutenzioni meccaniche e idrodinamiche – risulta azionista della Vaos Sergen Tank Cleaning Ltd registrata a Malta il 27 febbraio 2017. Direttore e rappresentante legale della Vaos Sergen TC è Nicola Dandrea, figlio di Angelo. La Vaos Sergen TC è registrata con un indirizzo maltese, mentre la Sergen S.r.l. risulta all’indirizzo lucano di contrada Cembrina, Zona Industriale di Viggiano, dove hanno sede tutte le aziende del Gruppo Dandrea.

La Vaos Sergen TC sarebbe dunque riconducibile alla Sergen S.r.l e quindi a Nicola Dandrea. Unici azionisti della Vaos Sergen TC LTD, sarebbero Nicola Dandrea e la Vaos Limited, anche questa riconducibile ai Dandrea. Da una lettura dell’impianto societario offshore la struttura sarebbe la seguente: La Vaos Limited – riconducibile alla Sergen S.r.l. – è azionista della Vaos Sergen Tank Cleaning Ltd, insieme con Nicola Dandrea che è anche uno dei proprietari della Sergen S.r.l.; la Vaos Sergen Tank Cleaning Ltd sarebbe intestata ai Dandrea. La Vaos Sergen TC Ltd e la Vaos Limited hanno lo stesso indirizzo maltese: 99 level 3, Mill Street.

sergen
sergen
sergen

La prossima tappa

Il viaggio continua tra le aziende dell’indotto petrolifero. Ci fermeremo ancora a Viggiano e nella valle del Sauro. Altre curiosità ci aspettano. Qui la prima tappa, qui la seconda, qui la terza.

© Riproduzione riservata