Quantcast

La Pegasus Matera chiude la stagione sportiva e guarda già al futuro

Il presidente D'Ercole: Soddisfatti per il risultato ottenuto in C2

La Tennistavolo Pegasus spegne i riflettori sulla stagione agonistica 2020/2021: con l’ultimo appuntamento dell’anno, lo spareggio di C2 regionale andato in scena domenica 4 luglio a Scanzano Jonico, cala infatti definitivamente il sipario sull’annata sportiva del tennistavolo, un’annata vissuta tra tante difficoltà ma che non ha di certo demoralizzato la società materana, già al lavoro per il prossimo futuro. E il futuro non può che partire da quanto di buono fatto in terra Jonica, con gli esordi assoluti di Silvio Porfido e Alessio Grossi guidati da due pongisti di più lungo corso come capitan Vincenzo Ferraiuolo e Antonio Fasano: un mix tra esperienza e spregiudicatezza che non ha affatto sfigurato dal punto di vista del gioco, terminando la propria corsa con il 4° posto finale.

La Pegasus non può che dirsi soddisfatta per il risultato ottenuto- afferma il presidente Angelo D’Ercole- rappresentando una delle poche realtà d’Italia – se non l’unica – ad essersi presentata al playoff di C2 con due atleti che hanno iniziato il loro percorso agonistico poco prima dell’avvento del Covid: tra lockdown e zone rosse il merito del lavoro svolto non può che andare allo staff tecnico, che si appresta a rappresentare il pilastro portante dei prossimi anni nei piani della società.

La Pegasus si appresta a lavorare alacremente anche per quanto riguarda l’impianto sportivo, tema che ha già toccato da vicino molte realtà materane di rilievo: l’obiettivo -aggiunge D’Ercole-è quello di arrivare a settembre nelle migliori condizioni possibili per permettere a tutti gli atleti di disputare una stagione importante, soprattutto qualora gli eventi sportivi dovessero essere anticipati per paura di una nuova ricaduta nei contagi in inverno. Nel frattempo, a lato della preparazione estiva degli atleti, gli sforzi saranno concentrati nelle attività di promozione del tennistavolo, sia dal vivo che attraverso i social: un’abitudine che il sodalizio materano vuole mantenere e consolidare nel tempo, per mostrare a tutti e una volta di più quanto sia divertente e appassionante il mondo del ping pong.