Quantcast

Tempa Rossa, il Comune di Corleto Perticara annuncia: non ci siederemo al Tavolo della Trasparenza

Il sindaco Mario Montano: Riteniamo inutile continuare in una discussione sterile ed a senso unico con la Total che non rispetta gli accordi

L’Amministrazione Comunale di Corleto Perticara ha comunicato in data odierna all’Assessore Regionale alle Attività Produttive, Francesco Cupparo, all’ Amministratore Delegato Total E&P Italia, Nina Hoegh Jensen ed al Direttore Affari Istituzionali, Relazioni esterne e CSR Total E&P Italia, Dante Mazzoni, che non parteciperà al prossimo Tavolo della Trasparenza convocato il prossimo 23 luglio in Regione. Lo fa sapere il sindaco Montano con una nota diffusa oggi alla stampa-

“Tale decisione scaturisce – scrive il sindaco – dall’ esito dell’incontro interlocutorio svoltosi a Corleto Perticara lo scorso 9 luglio tra Total, Sindaci e Sindacati.  Nella predetta sede, infatti, sono stati chiesti alla multinazionale francese chiarimenti su presunte assunzioni recentemente effettuate e riguardanti altrettanti lavoratori residenti in Comuni esterni alla Concessione Gorgoglione.”

“Il silenzio assordante dei rappresentanti Total presenti, Mazzoni e Chang, fanno ritenere che le assunzioni, dirette ed indirette, continuano ad eseguite in violazione degli accordi sanciti nel c.d. Protocollo della Trasparenza e, soprattutto, senza la pubblicità che consentirebbe anche ai nostri concittadini, molti dei quali in possesso dei titoli e dell’esperienza necessaria, di candidarsi” aggiunge Mario Montano.

“Non solo. Dopo una lunga discussione intavolata nei mesi precedenti – precisa il sindaco -abbiamo appreso con sgomento che alcune dipendenti del settore delle pulizie, dismesse nell’ottobre 2018, ancora oggi, nonostante gli impegni assunti da Total in tal senso, non hanno ricevuto il bonus concertato in sede regionale pari ad € 2.400,00.”

“Con enorme stupore – aggiunge Montano – siamo stati notiziati, sempre dai delegati della Compagnia presenti, che anche quando l’impianto funzionerà a pieno regime le previsioni occupazionali non saranno quelle prospettateci da tempo (le famigerate 1.000 unità che già anni addietro prospettava ai tavoli regionali l’allora rappresentante Total Pasolini) ma saranno di gran lunga inferiori o meglio, da quanto ci è stato fatto capire, resteranno quelle attualmente in forza al Centro Olio “Tempa Rossa” ( ovvero circa 380 unità).”

“Riteniamo a questo punto inutile continuare in una discussione sterile ed a senso unico con un interlocutore, la TOTAL, pronta a smentirsi ad ogni nuovo incontro. Appare evidente – conclude il sindaco – che ad oggi, nonostante le reiterate richieste volte a garantire la massima trasparenza nei rapporti tra la Società e le Istituzioni nonché il rispetto delle politiche occupazionali concertate in sede regionale, restiamo impotenti spettatori di una manifestazione indecorosa ed oltraggiosa delle nostre intelligenze.”