Quantcast

Droga, mezzo chilo di eroina sequestrato e due persone arrestate dalla Polizia

Matera. Colti in flagranza di reato un uomo di 33 anni e una donna di 37 anni: cessione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

A Matera, agenti della Polizia di Stato hanno sequestrato 458 grammi di eroina e tratto in arresto un uomo di 33 anni e una donna di 37 anni in quanto colti in flagranza di reato per cessione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’attività di polizia giudiziaria è stata svolta da personale della Squadra Mobile nel corso di specifici servizi disposti dal Questore, finalizzati alla prevenzione e repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti e psicotrope.

L’uomo, già noto agli investigatori in quanto gravitante negli ambienti dello spaccio di sostanze stupefacenti, è stato notato nel corso di un controllo effettuato nel primo pomeriggio nei pressi del mercato ortofrutticolo di via Ascanio Persio: lui e la sua compagna sono stati osservati con fare sospetto mentre da via del Corso si portavano a via Persio.

Poco dopo è giunto un giovane che si è unito all’uomo e lo ha seguito nel vicolo che da piazza Ascanio Persio conduce a via Lucana mentre la donna si è fermata sulla strada. Ma gli agenti della Squadra Mobile erano in borghese e hanno agito con discrezione. Uno degli operatori, senza essere notato, ha seguito i due uomini e ha potuto così assistere alla cessione della droga: lo spacciatore ha consegnato al cliente alcuni involucri ricevendo in cambio una banconota. A quel punto gli agenti sono prontamente intervenuti, bloccando i due soggetti. L’acquirente deteneva tre bustine di eroina da un grammo l’una mentre lo spacciatore aveva in tasca una banconota di 50 euro ottenuta in cambio della cessione.

Grazie anche all’ausilio di una pattuglia della Squadra Volante i due uomini e la donna sono stati fermati. Nei confronti dello spacciatore è seguita la perquisizione domiciliare, che ha permesso il rinvenimento dell’ingente quantitativo di droga. L’eroina – circa 458 grammi divisa in diversi pezzi, alcuni dei quali in bustine già confezionate e pronte per la vendita – era custodita nei cassetti chiusi a chiave di una scrivania sita nella camera da letto e all’interno di un armadio posto nella medesima camera da letto.

Oltre alla droga, all’interno dell’abitazione sono stati rinvenuti e sequestrati due flaconcini di metadone, un bilancino di precisione, altro materiale per il confezionamento della sostanza e la somma di 6.910 euro in contanti, presumibile provento di reato. I due sono stati pertanto tratti in arresto in flagranza di reato. L’uomo, che era stato già precedentemente arrestato per possesso di droga, è stato condotto nella casa circondariale di Matera mentre la sua compagna è stata posta agli arresti domiciliari. Il Gip del Tribunale di Matera ha successivamente convalidato i due arresti, disponendo inoltre la misura cautelare in carcere per lui e la remissione in libertà per lei.

L’acquirente è stato invece segnalato al Prefetto per illecito amministrativo ai sensi dell’art.75 del D.P.R. n.309/90, e denunciato in stato di libertà per violazioni della misura della Sorveglianza Speciale di P.S., cui era sottoposto.