Quantcast

A Matera il festival della Ghironda, eco sostenibile e a impatto zero

Dal 22 al 24 settembre concerti e spettacoli

La Ghironda a Matera per tre giorni di musica, concerti a pedali, musica, teatro d’ombre, teatro d’attore, acrobatica, giocoleria, fachirismo, danza aerea e contemporanea. Dal 22 al 24 settembre il festival propone, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Matera, concerti e spettacoli ad ingresso gratuito in alcune delle location più suggestive della città (per informazioni laghironda.it). Mercoledì 22 settembre alle ore 19.30 nel Museo Nazionale di Arte Medievale e Moderna della Basilicata Palazzo Lanfranchi e giovedì 23 settembre ore 19.30 al Museo Archeologico nazionale Domenico Ridola in programma l’esibizione del gruppo Magasin du cafè con il concerto a pedali.

Una delle realtà più affermate nel panorama della World Music a livello europeo. Amano suonare in luoghi incontaminati, in alta montagna, nei boschi più sperduti, nelle spiagge più isolate o nei centri storici più suggestivi, per il desiderio di fondersi il più possibile con l’ambiente che li circonda. I loro concerti sono meditativi e riescono spesso a portare gli spettatori in uno stato quasi ipnotico. Musiche che ci parlano di tradizioni lontane, in cui il grande Nord si mischia all’Oriente, i canti sciamanici di America e Africa diventano moderni. Il sound è universale, i suoni sono esotici ma senza connotazione geografica, si mischiano col rock, il jazz, la fusion, in un dialogo tra quattro musicisti senza precedenti. A Matera presentano il Concerto a pedali, il primo tour completamente green della band.

La produzione di energia necessaria al concerto sarà assicurata da un componente che pedala in scena una bicicletta. Gli ingredienti sono 1 bicicletta, 4 musicisti e 55 candele. Nessun palco, nessun service audio-luci, eco-sostenibilità, impatto zero. Venerdì 24 settembre alle ore 19.30 in Piazza Scacchiera nel quartiere Lanera in programma l’esibizione del Ghironda Circus con “Carillon… e lo spettacolo riprende”. Uno spettacolo che ambisce ad incontrare platee in cui la “distanza interpersonale” si trasforma in “vicinanza di sicurezza” avvolgendole in un abbraccio culturale che solo un’arte millenaria come quella del Circo può donare ai propri pubblici. Dopo un’intensa storia di 25 anni, l’associazione “La Ghironda” tira fuori dal cilindro il nuovo format:“Ghironda Circus”.

La sintesi del Festival di Arte di Strada più longevo di Puglia: una compagnia di Circo, animata da quelle figure artistiche che negli anni si sono avvicendate nel Festival e che negli anni a venire vorranno farne parte, in cui, la ricerca, la sperimentazione, l’amore per il proprio lavoro, la voglia di condividere e di “contagiarsi”, saranno gli ingredienti di una formula che spingerà La Ghironda ad attuare un nuovo ri-avvicinamento sociale provocato da un’azione culturale consapevole e sicura. Nasce così in questo 2021 “Carillon… e lo spettacolo riprende” la prima produzione della crew di Ghironda Circus coordinata da Giovanni Marangi (Direttore Organizzativo), con la regia, la composizione e la direzione musicale di Mirko Lodedo, la partecipazione, nel ruolo di protagonista, di Antonio Tinelli (Front-man dell’Orchestra Mancina), Martino Meuli nel ruolo di burbero proprietario del Circo (Show Man e Attore di diverse serie TV di successo) e altri 10 artisti tra musicisti e circensi, di respiro internazionale. Musica… tanta musica, Teatro d’Ombre, Teatro d’Attore, Acrobatica, Giocoleria, Fachirismo, Danza Aerea e Contemporanea si incontreranno in uno spettacolo che, nella formula classica del Cabaret Circense, racconterà di un mondo fatto di profumi e relazioni forti, amori che nascono e inevitabilmente si consumano nei perimetri di un tendone e di un costante desiderio di conoscere un mondo che gira al di fuori del tappeto scenico.

Ghironda