Quantcast

Academy, i potentini Cuccarese e Pace sono i primi componenti del nuovo roster foto

La società ha nel frattempo definito la prima uscita stagionale: sabato alle 17.30 sul parquet di Matera contro la Virtus, partecipante al campionato pugliese di Serie D

I primi due componenti del roster dell’Academy Basket Potenza per la stagione 2021/22 sono i potentini Fabio Cuccarese e Giuseppe Pace. Per Cuccarese, ala di 198 cm classe ’96, si tratta della seconda stagione con la canotta dell’Academy, trascinata, nella scorsa stagione, fino alla finale del campionato di D con 15.7 punti per gara ed un massimo di 23 fatto registrare in due diverse circostanze. Cresciuto nelle giovanili del Nuovo Basket, Cuccarese è poi approdato nei prestigiosi vivai di Virtus Siena e Pistoia, con cui ha anche disputato due finali scudetto di categoria. Chiusa la trafila giovanile, lo spostamento di pochi km a Bottegone, per debuttare in Serie B, torneo che disputerà anche a Piacenza, San Giorgio su Legnano e Battipaglia, prima di vincere il campionato di C a Lamezia e Molfetta. Ne segue il ritorno a Potenza, per vestire la maglia dell’University e successivamente sposare il neonato progetto Academy (di cui sarà anche capitano), anche per dedicarsi con profitto al conseguimento della Laurea in Economia e Management.

“Sono entusiasta di giocare ancora per questa società, perché ha dimostrato, tramite la costruzione di un roster importante, di voler essere protagonista e provare a togliersi più di qualche soddisfazione nel prossimo campionato – le sue prime parole dopo la conferma – siamo competitivi e se ognuno di noi saprà dare il suo contributo, i risultati arriveranno di conseguenza. Volevo infine ringraziare società e staff tecnico per avermi affidato i gradi di capitano, spero di riuscire a trasmettere qualcosa ai miei compagni e rappresentare al meglio la mia città”.

Un anno più grande di lui è Giuseppe Pace (ala grande, 196 cm), altro prodotto di un vivaio potentino (Timberwolves, con cui ha disputato anche il campionato DNC 2013-14). Figlio di una famiglia di cestisti (papà Pietro e mamma Aldina hanno giocato con Club Atletico e Universal negli anni ’70-80), “Peppe” torna alle origini dopo una preziosa serie di esperienze giovanili e senior maturate prevalentemente nel Sud Italia. Approdato nella Capitale ancora 17enne per rispondere alla suggestiva chiamata della Stella Azzurra, è proprio con i romani, da avversario della Potenza ’84 al PalaPergola, che nel gennaio 2012 segna i primi punti nel campionato di Serie B. Il prosieguo della carriera lo porterà a vestire per tre anni la maglia di Vasto, prima di una doppia esperienza in Puglia (Ceglie ed Altamura) sempre in C Gold così come l’ultima avventura, quella con l’Amatori Pescara, dove nel frattempo si laurea in Scienze delle Attività Sportive e Motorie.

“L’ambizione e la serietà della società sono state decisive per la mia scelta: è importante per me tornare a far parte di un progetto sportivo ambizioso nella mia città dopo tanto tempo”, le dichiarazioni della ventiseienne ala potentina.

Sulla doppia operazione ha espresso la sua soddisfazione anche la presidentessa dell’Academy Anna Bongiovanni: “La presenza nel roster di talenti lucani che per anni hanno giocato lontano da casa ed ora hanno scelto l’Academy è per noi motivo di orgoglio e rappresenta l’essenza della nostra società: guardare con attenzione al territorio ed alle sue possibilità di crescita. Abbiamo desiderio ed ambizione di raggiungere traguardi importanti, ma allo stesso tempo restiamo con lo sguardo vigile sui giovani prospetti lucani”.

La società ha nel frattempo definito la prima uscita stagionale: sabato alle 17.30 sul parquet di Matera contro la Virtus, partecipante al campionato pugliese di Serie D.

Più informazioni su