Quantcast

Due operai morti congelati in un deposito di azoto nel Milanese

Le vittime avevano 42 e 46 anni. La procura di Milano indaga per omicidio colposo

Più informazioni su

Due operai sono deceduti in un deposito di azoto della sede dell’ospedale Humanitas a Pieve Emanuele nel Milanese. I due, di 42 e di 46 anni, lavoratori di una ditta esterna, riferiscono i vigili del fuoco, sono deceduti a causa di ustioni da congelamento. Sul posto si trovano personale del 118, vigili del fuoco, carabinieri e polizia locale. Sul caso indaga la Procura di Milano e il fascicolo verrà aperto per l’ipotesi di omicidio colposo.

I due operai erano arrivati con un furgone all’Humanitas e stavano lavorando nel deposito, secondo una prima ricostruzione, per una fornitura di azoto liquido, quando si sarebbe verificata una perdita che li ha investiti, causando le ustioni.

Quattro incidenti mortali in un giorno. Un altro operaio è caduto da un’impalcatura alta cinque metri e ha perso la vita nel Padovano e il titolare di un’officina è caduto da una scala e ha sbattuto violentemente la testa.

 

Più informazioni su