Quantcast

La Total è trasparente con i giovani laureati, i cittadini e le istituzioni?

A Tempa Rossa fanno quello che vogliono. Sembra che scarseggii la trasparenza nella selezione per il corso di formazione “operatore della produzione”

Parliamo del corso di formazione  promosso da Total con Adecco (Agenzia interinale) che avrà inizio l’8 novembre prossimo e che coinvolgerà 20 partecipanti selezionati da Adecco iscritti nel Database Adecco Tempa Rossa.

La fase di selezione sarebbe iniziata il 30 agosto con l’invio di una e-mail con le istruzioni per presentare la propria candidatura a coloro che sono in possesso dei requisiti e sono registrati al portale Tempa Rossa. Quali sono i requisiti per partecipare alla selezione?

Lo scrivono loro: “le risorse che hanno già lavorato su Tempa Rossa e che risiedono in Basilicata da almeno due anni; “le risorse in possesso di Laurea Triennale/Quinquennale residenti in uno dei comuni rientranti nella c.d. Concessione (Gorgoglione, Corleto Perticara, Guardia Perticara, Anzi, Laurenzana, Castelmezzano, Cirigliano, Pietrapertosa, Stigliano, Accettura, Armento, Missanello, Aliano).”

Dunque se non leggiamo male, i requisiti sono: il possesso di diploma tecnico o laurea, e un’esperienza pregressa nell’ambito delle lavorazioni condotte al Centro Olio. Ora chiediamo perché mai alla selezione avrebbero partecipato persone senza i requisiti ma molto vicine agli ambienti politici dell’ex sindaco di Corleto Perticara Antonio Massari? Sarebbe stato più trasparente aggiungere tra i requisiti “avere referenze politiche dei soliti amici dei soliti dirigenti Total o, magari, essere stati fidanzati di tizio o caio”.

Lo chiediamo in primo luogo ai dirigenti della multinazionale francese e in secondo luogo lo chiediamo a chi ha firmato gli accordi e dovrebbe controllare che vengano rispettati, sempre.

Qui la risposta di Total