Quantcast

Potenza, l’associazione Aria Silvana scende in campo contro degrado e abbandono delle ex contrade

Il 17 ottobre una serie di iniziative che coinvolgeranno i residenti

La Associazione Aria Silvana ha organizzato per domenica 17 ottobre a partire dalle ore 9.00 una serie di iniziative sul territorio delle ex contrade Cugno del Finocchio, Manta, Aria Silvana e Cozzale, con la collaborazione dei residenti, volte a focalizzare ancora una volta la attenzione della opinione pubblica e delle istituzioni locali sul problema della raccolta differenziata dei rifiuti, sulla manutenzione ordinaria della viabilità e sul mancato intervento pubblico finalizzato ad assicurare alcuni servizi elementari.

Alle ore 9.00 è previsto partirà, come la Associazione fa periodicamente, la raccolta dei tanti rifiuti – soprattutto ingombranti : mobili dismessi, elettrodomestici, fusti di vernice, etc. – presenti sul territorio e già a suo tempo segnalati al competente assessorato comunale all’ambiente senza alcun riscontro operativo conseguente.

Alle ore 10.00 è prevista la apposizione in C.da Bucaletto di un cartello stradale indicante Via Aria Silvana : dalla trasformazione toponomastica dei luoghi, transitati – nel catasto comunale – da contrade a “vie” (ormai più di 10 anni orsono), la gran parte di questi medesimi luoghi sono restati senza alcuna denominazione : il territorio rurale della città evidentemente non è degno di essere neppure individuato da quanti volessero arrivarci, per avventura o per scelta – e sono in tanti a frequentarlo per lavoro, per sport, per trascorrere il tempo libero -. A quell’ora alla presenza del nuovo parroco della chiesa di Santa Maria della Speranza verrà scoperto il cartello con la rituale benedizione. Va bene la sussidiarietà, va bene il volontariato, ma fino alla sostituzione in toto delle funzioni amministrative, forse bisognerà cominciare a riflettere su nuove forme di protagonismo di queste aree e di questi cittadini.

Alle ore 11.00 infine è previsto un flash mob, con il riempimento delle buche (in alcuni casi vere e proprie voragini che hanno causato diversi danni ai residenti, ripetendo, nella realtà la nota scena del film “Il federale” sebbene con esiti non sempre così comici…) presenti lungo l’asse viario di Via Aria Silvana, buche che neppure i rarissimi interventi di approssimativa manutenzione hanno mai tamponato. I residenti utilizzeranno le buche per piantare fiori. Un modo per dire alla amministrazione e a quanti ritengono le aree rurali cittadine ormai fuori dai radar del dibattito pubblico che ancora per ora offriamo una ennesima occasione di riflessione e ripensamento (anche in preparazione delle azioni e delle attività comprese nei programmi dei fondi comunitari 2021-2027) su linee di condotta che stanno trasformando le campagne di Potenza in un nuovo campo di speculazione, oggi non più edilizia, ma energetica.

Donato Morlino, presidente associazione “Aria Silvana” Potenza