Quantcast

Val d’Agri, scoperti due lavoratori in nero con reddito di cittadinanza e indennità di disoccupazione

Sanzionato il titolare di una pescheria e segnalati i due beneficiari dei sussidi

Nell’ambito delle attività di polizia economico-finanziarie disposte e coordinate dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Potenza, le fiamme gialle della Tenenza di Viggiano hanno sanzionato una nota pescheria della Val d’Agri per plurime irregolarità che vanno dall’impiego di lavoratori in nero alla vendita di pesce in assenza delle previste autorizzazioni amministrative.

I finanzieri hanno individuato, in un Comune della Val d’Agri, due lavoratori intenti alla commercializzazione di prodotti ittici su aree pubbliche in assenza delle prescritte autorizzazioni amministrative, anche di quelle poste a tutela della salute dei consumatori. I militari di Viggiano hanno sequestrato la merce destinata alla vendita, le attrezzature utilizzate ed un veicolo, comminando sanzioni amministrative per circa 40 mila euro. I successivi approfondimenti svolti dalle fiamme gialle hanno permesso altresì di accertare che i due lavoratori erano impiegati “in nero”; uno di questi percepiva il reddito di cittadinanza mentre l’altro l’indennità di disoccupazione.

A conclusione del servizio, i finanzieri hanno segnalato due responsabili all’A.G. per il reato di truffa e un altro per l’indebita percezione del reddito di cittadinanza ed avviato immediatamente le procedure per il recupero delle somme indebitamente percepite e per la decadenza della fruizione sia dell’indennità di disoccupazione sia del reddito di cittadinanza.