Quantcast

Vietri di Potenza, a 41 anni dal sisma al via lavori di messa in sicurezza del centro storico

Le aree interessate sono via San Biagio e via San Michele, quasi totalmente distrutte dal terremoto del 1980

A 41 anni dal terremoto del 1980, a Vietri di Potenza sono iniziati i lavori di messa in sicurezza della rupe e del centro storico nelle aree di via San Biagio e via San Michele, quasi totalmente distrutte dal violento sisma che classificò Vietri come paese del cratere.

Si tratta -spiega l’amministrazione comunale- di un intervento per cui abbiamo presentato un progetto ed ottenuto un finanziamento ministeriale di 700.000 per il Comune di Vietri di Potenza. Dopo decenni di abbandono e degrado, l’area finalmente verrà riqualificata e messa in sicurezza. Da molti anni lo chiedevano le tante famiglie che vivono nell’area. E martedì, dopo l’iter burocratico, il cantiere ha preso il via. Si tratterà di un’opera molto complessa e specifica che mirerà alla messa in sicurezza della popolazione e alla salvaguardia del patrimonio storico, mediante il supporto continuo della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Basilicata.

“Finalmente – ha dichiarato il sindaco, Christian Giordano – nel cuore del nostro centro storico, lasciato da oltre 40 anni in stato di abbandono e degrado, a seguito di un ampio intervento di pulizia e sanificazione, saranno eseguite demolizioni, realizzati nuovi impianti per la regimentazione delle acque, effettuate pavimentazioni, illuminazioni, percorsi utili a rendere fruibili diversi spazi di detta area”. “Contestualmente – ha aggiunto Giordano – abbiamo già approvato in Giunta un nuovo progetto di valorizzazione storica dell’area, per un altro milione di euro. Puntiamo a recuperare la nostra memoria storica rendendo l’area nuovamente fruibile, in totale sicurezza”.