Quantcast

Ferrosud, “procedura Mise non idonea a garantire livelli occupazionali”

Il 30 novembre Fim Cisl e Fiom Cgil promuovo assemblea nel piazzale antistante la Regione Basilicata

L’assemblea dei lavoratori della Ferrosud S.p.A., tenutasi in data odierna a Matera, su convocazione dalle Segreterie Regionali della Fim Cisl e Fiom Cgil Basilicata ha deliberato, dopo ampia e approfondita discussione, di riconvocare la stessa per il giorno 30 novembre 2021 alle ore 11,00 nel piazzale antistante gli uffici della Presidenza della Giunta Regionale di Basilicata.

All’Assemblea sono invitati il Presidente della Regione Basilicata, l’Assessore alle Attività produttive, i Consiglieri regionali.

La procedura messa in campo dal Ministero dello Sviluppo Economico per la vendita del complesso aziendale Ferrosud S.p.A.-spiegano Fim e Fiom- si è dimostrata non idonea per garantire il mantenimento dei livelli occupazionali e cosa più grave si presta ad operazioni speculative.

Attualmente la proprietà del sito produttivo Ferrosud è dello Stato Italiano e la Regione Basilicata è chiamata dai lavoratori ad assumere un ruolo proattivo per la salvaguardia di un patrimonio industriale strategico per l’intera provincia di Matera e per la stessa Basilicata”.